SAN CAMILLO DE LELLIS

Il Santo di mercoledì 14 luglio

Camillo nacque nel 1550 e morì nel 1614. Il padre, un ufficiale dell'Esercito spagnolo, dopo la morte della moglie, lo introdusse nella Compagnia Militare in cui prestava servizio. Un'ulcera al piede, però, nel 1570, lo obbligò a lasciare la Compagnia. Fu assunto, nel 1571, dall'ospedale Romano che gli aveva curato il piede. Anche nell'ospedale non ebbe fortuna e perse l'impiego. Ritentò, con insucesso, la carriera militare nell' Esercito Veneziano e in quello Spagnolo. Va detto che, comunque, tutti i suoi insucessi, da sempre, erano dovuti alla sua inesistente propensione al rispetto delle regole e al suo scarso impegno. Dopo essersi recato, nel 1575, presso il Convento dei Frati Cappuccini di San Giovanni Rotondo, prese la decisione che cambiò la sua esistenza: diventare un Frate Cappuccino. Dedicò la sua vita alla cura dei malati e degli infermi. Si occupò, con profitto, della gestione economica degli ospedali dove si era recato per curarsi.Fondò, nel 1582, l'Ordine dei Camilliani (Chierici Regolari Ministri degli Infermi). Papa Benedetto XIV, nel 1742, lo Beatificò e, nel 1746, lo Proclamò Santo. È il Patrono degli Ospedali, del Personale Ospedaliero, dei Malati, della Sanità Militare e dell'Abruzzo. Le sue Reliquie si trovano nella Chiesa della Maddalena di Roma.

 

a cura di Flavio Fera

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni