SAN GENNARO VESCOVO E MARTIRE

Il Santo di domenica 19 settembre

Gennaro nacque nel 272 e morì nel 305. Gennaro fu vittima delle persecuzioni contro i Cristiani da parte dell'imperatore Diocleziano. Durante una visita a Pozzuoli in qualita di Vescovo di Benevento fu arrestato. Dragonzio, governatore della Campania, lo fece trucidare insieme a tre suoi collaboratori. Fu Proclamato Santo da Papa Sisto V nel 1586. San Gennaro è Venerato dalla Chiesa Cattolica e dalla Chiesa Ortodossa. È il Patrono degli Orafi, dei Donatori di Sangue, di Caroniti, di Folignano, di Notaresco, di Trecase, di Vettica Maggiore, di Afragola, di Gorga Cilento, di Somma Vesuviana, di Notaresco, di Little italy, di San Gennaro Vesuviano, di Torre del Greco e di Napoli. Le sue Reliquie si trovano nel Duomo di Napoli insieme alle ampolle che contengono il suo sangue. Il sangue si scioglie, ritualmente, il primo sabato di maggio, il 19 settembre e il 16 dicembre. I devoti a San Gennaro considerano lo scioglimento del sangue come auspicio di buona sorte. La prima attestazione dello scioglimento risale al 17 agosto 1379 durante una processione per richiedere la fine di una lunga carestia. La Chiesa Cattolica, da sempre, non riconosce lo scioglimento come "miracoloso" ma lo definisce "prodigioso". Gli abitanti di Napoli, nel 1527, vollero l'edificazione della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro. Il Tesoro di San Gennaro consiste in una serie di capolavori donati, in sette secoli, da principi, Papi, re, imperatori, personaggi di alto rango sociale e da gente comune. Attualmente il Tesoro è visionabile in un apposito museo che si trova, come la Real Cappella, accanto al Duomo di Napoli.

 

A cura di Flavio Fera

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni