SANTA FOSCA E SANTA MAURA MARTIRI

Il Santo di Sabato 13 febbraio

Fosca e Maura nacquero in data imprecisata e morirono nel 251. Le due donne furono vittime della persecuzione dei Romani. Maura era la nutrice di Fosca. Nonostante i genitori fossero Pagani, Fosca, fu attratta dal Cristianesimo. Fosca e Maura, dopo aver confrontato le loro opinioni, decisero di convertirsi. Il padre di Fosca, venuto a conoscenza della conversione, cercò di convincere la figlia ad abbandonare il culto Cristiano. Non ottenendo alcun risultato denunciò entrambe al governatore Quintiliano. Le due si presentarono da sole in Tribunale. I funzionari Romani, non riuscendo a farle recedere dalla Religione Cristiana, prima le torturarono e poi le trucidarono. Santa Fosca è la Patrona di Agrons, di Altivole, di Basealdella, di Borgnano, di Casacorba, di Cornuda, di Dueville, di Frinsanco, di Roncadelle, della Città di Santa Fosca Frazione di Selva di Cadore e di Torcello. Santa Maura è la Patrona delle Balie, delle Nutrici e delle Baby Sitters.

 

a cura di Flavio Fera

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni