SANTI FAUSTINO E GIOVITA MARTIRI

Il Santo di Lunedi 15 febbraio

I due Santi nacquero in data sconosciuta e morirono nel 134. Faustino e Giovita, due giovani nobili Bresciani, intrapresero, con successo, la carriera militare. Diventati cavalieri della milizia Romana, attratti dal culto Cristiano, furono convertiti dal Vescovo Apollonio. Il Vescovo li volle accanto come collaboratori. I due contribuirono, notevolmente, alla diffusione della religione Cristiana e alla conversione di molti Pagani. L'imperatore Traiano, avendogli richiesto, senza successo, l'abbandono del Cristianesimo, ordinò il loro arresto. Fortunatamente, per Faustino e Giovita, Traiano morì. Il nuovo imperatore, tornando dalla campagna militare in Gallia, non ottenendo la loro adesione all'adorazione degli dei Romani, li fece trucidare. I Longobardi diffusero, nell'ottavo secolo, la devozione ai due Santi.

I Santi Faustino e Giovita sono i PatronI della Diocesi di Brescia, di Brembate, di Villa d'Almè, di Magreta, di Chiari, di Brescia, di Malonno, di Chiari, di Sorbolo, di Botticino Mattina, di Credera Rubiano, di Monte Isola, di Sorbolo, di Bienno, di Quinzano d'Oglio, di Darfo Boario Terme e di Sarezzo. Per il significato della festa San Faustino si contrappone a San Valentino: è la festa di coloro che cercano l'anima gemella e, più generalmente, dei Single.

 

a cura di Flavio Fera

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni