STAZIONE DI LAMBRATE 1906-IN FUNZIONE

Tre edifici diversi e una sola storia. La prima Stazione di Lambrate fu inaugurata nel 1906 ma il bivio omonimo venne aperto nel lontano 1864. La linea Como-Torino, con Stazione alla Seconda Porta Nuova, e la linea Venezia-Bologna, con stazione a Porta Tosa, viaggiavano fino a quel momento distinte e separate, causando notevoli disagi ai viaggiatori. Grazie alla costruzione del bivio Passerella, le due linee vennero collegate e i servizi vennero accentrati sulla Stazione Centrale di Piazza Fiume (oggi Repubblica).
Nello stesso periodo furono aperti diversi bivi, tra i quali il nostro Bivio Lambrate, che consentirono il convogliamento diretto dei treni in partenza da Piazza Fiume, sia per Como che per Venezia. Il fabbricato viaggiatori originale citato all’inizio, modesto e senza velleità architettoniche, esiste ancora oggi come circolo dei ferrovieri all’ Ortica. Con la riorganizzazione del nodo ferroviario milanese e alla successiva chiusura del piccolo fabbricato all’Ortica, nel 1931 venne aperta una nuova Stazione di Lambrate in Piazza Bottini: in realtà già attiva dal 23Settembre 1914 ma aperta ai passeggeri diciassette anni più tardi. Un edificio in stile napoleonico di quattro piani, di cui uno interrato, che resistette anche al sopraggiungere di una terza Stazione di Lambrate; una moderna struttura costruita tra 1987 e il 1995 in Piazza Monte Titano (il lato opposto del vecchia), su progetto dell’architetto Ignazio Gardella, che aprì al pubblico il 18 Dicembre 1999. Invero, quest’ultima consiste unicamente in un nuovo fabbricato viaggiatori atto a coadiuvare la precedente. Nel 2005 la vecchia stazione di Piazza Bottini, grazie agli interventi di recupero finanziati da Centostazioni e dalla Rete Ferroviaria Italiana, è stata completamente ristrutturata e rimodernata nel rispetto del progetto storico-architettonico originale ed oggi ospita diversi esercizi commerciali. Da ricordare assolutamente è il mitico “caffè del genoeùcc” che era solito sostare di fronte alla seconda stazione di Lambrate: un carretto ambulante che utilizzava il caffè già filtrato da altri bar per coloro che non potevano spendere molto.

Riccardo Rossetti

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni