Una giornalista rispettosa del suo importante mestiere e di chi ne usufruisce

In questi giorni terribili vissuti in prima persona dall'Ucraina, e con partecipazione e preoccupazione da tutti noi europei, le notizie che ci pervengono da quei luoghi per mezzo di coraggiosi giornalisti che se non ci rassicurano ci assicurano però le varie notizie e le diverse fasi del conflitto in corso. A condurre vari speciali del Tg1 è la brava Monica Maggioni, da diversi anni volto noto della Rai di cui ha anche ricoperto da par suo il ruolo di presidente dal cinque agosto 2015 al ventisette luglio 2018 per poi: dal 18 novembre 2021, dirigere il Tg1, prima donna a ricoprire questo incarico.
Monica è nata a Milano nel mese di maggio, il mese delle rose, e di questo bellissimo fiore ha sempre avuto l'aspetto e il rispetto verso i colleghi e i telespettatori. Frequentò l'Università Cattolica di Milano, laureandosi in Lingue e letterature straniere moderne con una tesi sulla letteratura francese. Iniziò a svolgere il lavoro di giornalista presso la carta stampata, e precisamente a "Il Giorno", dal 1989 al 1990. Nel 1996 viene assunta alla Rai collaborando alla trasmissione Tv 7, mentre l'anno successivo passa al Tg1. Nel 1998 (e nel 2000) sarà la conduttrice di Uno mattina estate. Nel 1999 condurrà il Tg1 del mattino e sarà inviata all'estero dove: nel 2003, durante la seconda guerra del Golfo, sarà anche l'unica giornalista ammessa tra le file dei militari americani per raccontare le varie fasi del conflitto visto dai soldati statunitensi. Questo reportage confluirà poi nel primo dei suoi cinque libri: "Dentro la guerra", pubblicato nel 2005 insieme a un secondo relativo sempre allo stesso argomento. Dal settembre 2005 al 23 febbraio 2007 la bella e brava Monica condurrà nuovamente Uno Mattina (questa volta non l'edizione estiva) per poi passare dal 26 febbraio al Tg1 delle ore 20,00. Nel 2010, eccola fare ritorno nella sua Milano per insegnare Teoria e tecnica del linguaggio televisivo all'università Sacro Cuore, e ricoprire il ruolo di docente di Storia dei Conflitti all'università Cattolica. Monica Maggioni con la sua solida preparazione può vantarsi di avere ottenuto molto perché molto ha saputo dare come giornalista. Il suo bel volto di donna lombarda seria e coscienziosa, è la vetrina che espone una merce al giorno d'oggi sempre più rara: quella di una lavoratrice rispettosa del suo importante mestiere e di chi ne usufruisce.
Antonio Mecca

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni