SAN SIRO, E ADESSO?

Presentati i nuovi progetti

Dopo un lungo dibattito sull'opportunità di risistemare o meno la struttura esistente dello storico Stadio Meazza, sembra che i due club cittadini di Milan e Inter abbiano deciso per la demolizione. É stato infatti lo stesso presidente del Milan Paolo Scaroni a dire: "Lo stadio Meazza così com’è non è non va più bene per due grandi squadre con grandi ambizioni. Siamo affezionati a San Siro ma ha fatto il suo tempo". Anche il presidente dell'Inter Alessandro Antonello concorda quando dice: "San Siro non va più bene per ragioni di spazi, visibilità, comfort e mancanza di servizi idonei". La decisione è maturata dopo aver valutato che la ristrutturazione in sé, lo spostamento delle partite verso strutture più lontane durante i lavori e il permanere di problemi di sicurezza obbligavano,di fatto, a fare una scelta diversa.
Ed ecco allora la presentazione dei due progetti che ha avuto luogo il 24 settembre al Politecnico.
Il primo, a cura di Manica e Sportium battezzato Gli anelli di Milano prevede due anelli concentrici che si abbracciano per poi illuminarsi dei colori della squadra in campo a seconda delle partite disputate. Il prato di San Siro diventerà un parco giochi e sorgeranno esercizi commerciali e altre zone verdi.
Il secondo progetto è a cura Populus ed è stato battezzato La Cattedrale. É un chiaro omaggio al simbolo di Milano e, nelle intenzioni dei progettisti, dovrà diventare a sua volta un simbolo della città. Avrà delle guglie che richiamano la nostra cattedrale e pannelli futuristi con suggestive illuminazioni. Anche in questo caso l'area tutt'intorno sarà riqualificata mentre il vecchio stadio diventerà un museo.

La parola passa ora al Comune e, in seguito, a tifosi e cittadini che potranno esprimere il loro parere attraverso un sondaggio.

Antonella Di Vincenzo

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni