Carlo Buonantuono e Vincenzo Tumminello

L’assessore Granelli al 40° anniversario della scomparsa degli agenti della Polizia di Stato

L’assessore alla Sicurezza Marco Granelli ha partecipato questa mattina, in via
Vallazze 89, alla deposizione delle corone in memoria di Carlo Buonantuono
Vincenzo Tumminello. Presenti il Questore di Milano, Giuseppe Petronzi, Danilo 
Cinotti e Carlo Antignani, nipoti dell’Agente Carlo Buonantuono, e Vincenzo 
Tumminello, figlio dell’Agente Vincenzo Tumminello.  
Alla cerimonia sono intervenuti anche due studenti del Liceo Scientifico 
“Alessandro Volta” di Milano, nell’ambito di un progetto dell’associazione culturale
“MEMENTO Percorsi della Memoria”, coordinato dal giornalista Danilo Della Mura. 

Il 19 ottobre 1981 le guardie Carlo Buonantuono e Vincenzo Tumminello erano
componenti di una pattuglia automontata della Polizia di Stato. Stavano
apprestandosi al controllo di un’autovettura sospetta, quando vennero barbaramente uccisi con uccisi con colpi di arma da fuoco esplosi dagli occupanti, identificati come terroristi
appartenenti alla formazione eversiva di estrema destra “Nuclei Armati Rivoluzionari” 
(NAR). Un terzo operatore di Polizia riuscì a sfuggire all’agguato pur restando ferito.  

Carlo Buonantuono era entrato in Polizia nel 1973 e, dopo aver frequentato la
Scuola Allievi di Trieste, era entrato in servizio presso il Reparto Celere di Milano e
la Questura di Milano. Insignito della medaglia d’oro al Merito Civile “alla memoria”,
il 31 marzo 2005.  

Vincenzo Tumminello, entrato in Polizia nel 1979 dopo la Scuola Allievi di Bolzano,
aveva prestato servizio presso la Questura di Milano. Insignito della medaglia d’oro
al Merito Civile “alla memoria”, il 31 marzo 2005.

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni