Dedicata alla fotografa Tina Modotti una piazza in zona Rogoredo

Si è svolta giovedì 23 settembre alla presenza di rappresentanti dell'Amministrazione comunale la cerimonia di intitolazione alla fotografa e attivista Tina Modotti, al secolo Assunta Saltarini-Modotti (1896-1942), di una piazza in zona Rogoredo/Santa Giulia (accesso da via Pizzolpasso angolo via Russolo).

L'intitolazione a Tina Modotti prosegue il percorso di questa Amministrazione nella valorizzazione del contributo delle donne alla storia artistica, politica e sociale, e segue di pochi giorni l'inaugurazione del primo monumento pubblico dedicato a una donna, Cristina di Belgiojoso.
Tina Modotti è stata una donna emancipata e moderna, la cui arte è sempre rimasta indissolubilmente legata all'impegno sociale. La sua storia personale e i suoi scatti sono al centro della mostra fotografica visitabile al Museo delle culture di via Tortona fino al 7 novembre 2021, dal titolo "Tina Modotti. Donne, Messico e libertà".
Promossa dal Comune di Milano - Cultura e prodotta da 24 Ore Cultura - Gruppo 24 Ore, la retrospettiva è realizzata in collaborazione con Sudest57 e il Comitato Tina Modotti di Udine e racconta attraverso un centinaio di fotografie, stampe originali, lettere, documenti e video lo spirito libero di Tina Modotti, che attraversò miseria e fama, arte e impegno politico, arresti e persecuzioni, sempre in nome della libertà e della coerenza del suo pensiero.

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni