IL COMUNE SOSTIENE IL TERZO SETTORE PER LE ATTIVITÀ A FAVORE DEI PIÙ DEBOLI

Approvati stanziamenti per 125mila euro
Majorino: “Sosteniamo le associazioni del privato sociale e rimaniamo in prima fila per aiutare chi ha bisogno”

Si rafforza la collaborazione tra il Comune di Milano e il privato sociale impegnato in azioni di sostegno ai più deboli. Palazzo Marino ha infatti approvato una delibera per assegnare un contributo complessivo di 125mila euro a tre associazioni che svolgono attività continuativa e mettono in campo progetti particolarmente significativi sul territorio che riguardano l’assistenza ai malati di cancro o di sclerosi multipla, ad anziani e a bambini con disabilità. Gli uffici della direzione politiche sociali hanno avviato le procedure per la verifica dell’insussistenza di eventuali cause ostative e, in caso di esito positivo, si procederà alla liquidazione del contributo assegnato.
“Consideriamo l’attività del Terzo settore a supporto dei più bisognosi complementare a quella del Comune - ha commentato l’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino - per questo ci impegniamo a sostenerla senza che questo corrisponda a una deresponsabilizzazione. Anzi, questo contributo, che rappresenta un’aggiunta alle risorse che ogni anno investiamo per sostenere diverse associazioni che operano in città, esprime proprio la volontà dell’Amministrazione di coordinare ed essere in prima linea in relazione agli interventi su questo terreno, finanziando progetti particolarmente significativi. Proseguiremo su questa strada, avvalendoci dell’aiuto del privato sociale sempre molto attivo in città”.
Ecco le associazioni che hanno richiesto e ottenuto le risorse:
- L’associazione Vidas dal 1982 si occupa di fornire assistenza socio-sanitaria, sia a domicilio sia nell’hospice Casa Vidas dal 2006, ai malati terminali. Vidas, che in 36 anni ha assistito 32mila pazienti, offre inoltre sostegno psicologico alle persone che hanno perso un loro caro a causa di una malattia. Proprio per l’unicità della sua azione sul territorio, l’Amministrazione erogherà un contributo di 50.000 euro.
- La sezione provinciale di Milano dell’associazione italiana sclerosi multipla (AISM) è stata fondata nel 1968 per promuovere e alle persone colpite da questa malattia e per affermarne i diritti. La sezione provinciale di Milano possiede un bacino di utenza stimato di circa 7.500 persone e ha effettivamente preso in carico negli anni 2.800 persone. Per sostenere la sua attività, il Comune ha stanziato 25.000 euro.
- L’abilità onlus si prende cura dal 1998 dei bambini con disabilità, dai primi mesi di vita fino ai 12 anni di età, promuovendo il loro diritto al gioco. Ogni giorno vengono seguiti 160 bambini attraverso diversi servizi. Per l’associazione il Comune ha stanziato un contributo di 50.000 euro.

 

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni