"In gioco per il futuro", inaugurati gli spazi sportivi dell'Istituto comprensivo "Bruno Munari"

Il sindaco Sala, l'assessora Galimberti, il presidente di Fondazione Milan Scaroni, il dirigente scolastico Alemani, insieme a Limonta sport hanno partecipato al taglio del nastro del campo multisport della scuola di via dei Salici

Continua con un nuovo importante tassello il percorso di innovazione sociale "In gioco per il futuro", promosso da Fondazione Milan, con l’Amministrazione comunale e Limonta sport, che ha l’obiettivo di riqualificare aree urbane e spazi sportivi degradati, affinché tornino a essere luoghi di coesione e aggregazione sociale reali.
Oggi sono stati inaugurati gli spazi sportivi multifunzionali dell’Istituto comprensivo "Bruno Munari" di via dei Salici 2, nel Municipio 7 a Milano, alla presenza del sindaco di Milano Giuseppe Sala, dell’assessora all’Educazione e Istruzione del Comune Laura Galimberti, del presidente di Fondazione Milan Paolo Scaroni, del dirigente scolastico Clara Lucia Alemani e di Emilio Ostinelli di Limonta sport, azienda italiana leader nella produzione e realizzazione di campi in erba sintetica e ibrida.
L’intervento, che ha permesso di realizzare un campo multisport basket-pallavolo, con un nuovo manto artificiale, la re-installazione dei canestri e le reti di pallavolo, segue la rigenerazione di due campi sportivi dell’Istituto comprensivo "Alda Merini" nel Municipio 8, terminati e inaugurati lo scorso autunno. Opere e luoghi rivitalizzati che rappresentano oggi più che mai un messaggio concreto di speranza verso il futuro per tanti giovani, studenti e ragazzi del quartiere che, dopo mesi difficili e complessi, possono ora tornare a vivere con serenità momenti di socializzazione e pratica sportiva. "Il campo multisport basket-pallavolo dell'Istituto Comprensivo Bruno Munari che inauguriamo oggi sarà uno spazio sportivo speciale - ha spiegato il sindaco di Milano Giuseppe Sala – perché non sarà solo aperto ai bambini che frequentano la scuola dell'Infanzia e la Primaria della sede di via dei Salici, ma accoglierà anche i ragazzi delle associazioni che collaborano con l'Istituto scolastico. Ringrazio Fondazione Milan per aver realizzato questo spazio dedicato ai più giovani e per aver contribuito così a compiere un ulteriore passo nell'attuazione del programma di interventi 'In gioco per il futuro', che ci vede collaborare per migliorare gli impianti sportivi di alcune scuole milanesi. Lo sport è la chiave per una crescita sana dei nostri ragazzi, sia personale sia relazionale. Continuiamo a investire su di loro e sul loro futuro, perché sono il futuro della nostra città".
"Restituire alla città e agli istituti scolastici sul territorio luoghi di aggregazione e socializzazione, mettendo al centro le emozioni dello sport, significa donare un tassello importante nel percorso di formazione e crescita dei ragazzi
 - ha dichiarato il presidente di Fondazione Milan Paolo Scaroni. - Fondazione Milan, da sempre impegnata sul territorio, è orgogliosa di aver fatto squadra con il Comune, la Scuola e Limonta Sport per questo importante progetto, che concretizza un messaggio di fiducia per il futuro dei giovani".
"La scuola
 – ha dichiarato l’assessora all’Educazione Laura Galimberti – deve rappresentare, soprattutto in questo momento di ricostruzione e ripartenza, un luogo in cui si sviluppano competenze trasversali mentre si favorisce quella socialità che per troppo tempo abbiamo dovuto sacrificare. Il nostro impegno è quello di lavorare perché iniziative come questa, che sono il risultato di una positiva collaborazione tra pubblico e privato, si moltiplichino in tutti gli istituti della città. Perché l’idea delle scuole aperte al quartiere si faccia sempre più concreta, in un’ottica di veri e propri Patti educativi di comunità".

Il progetto "In gioco per il futuro" continuerà nei prossimi mesi con nuovi e futuri interventi per la riqualificazione della città.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni