Iran: Festa per la liberazione di una 17enne che rischiava l'impiccagione

Sonia Sharifi è stata rilasciata su cauzione ed è tornata a casa nella città di Abdanan, accolta da una folla in festa con canti e balli in strada. La diciassettenne era stata arrestata il 19 novembre con l’accusa di “inimicizia contro Dio” e si trovava reclusa nel carcere di Ilam dove rischiava l'impiccagione.
La giovane era finita in manette a casa della nonna ed era stata portata nel centro di detenzione minorile del luogo. Sonia Sharifi sarebbe stata picchiata duramente dalle forze di sicurezza, interrogata e costretta a "confessare" di aver preparato bombe molotov e scritto slogan. Durante il periodo di detenzione le è stata negata l’assistenza di un avvocato e non sono state fornite informazioni alla famiglia.

Carla Bocchi

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni