Banda Ultra Larga, da Regione 193 milioni per diffondere la fibra ottica

Terzi: prosegue l'impegno per cablare le zone non coperte

Regione Lombardia prosegue l’impegno per diffondere la Banda Ultra Larga sul territorio. Sono previsti infatti ulteriori 193 milioni di euro, che si sommano ai 303 milioni già investiti in questi anni.
“La collaborazione tra Regione Lombardia e Open Fiber S.p.A. – ha sottolineato l’assessore regionale alle Infrastrutture Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi – continua e porterà a investire in Lombardia ulteriori 193 milioni di euro, che si aggiungono ai 303 milioni della Programmazione Comunitaria 2014-2020 i cui lavori si concluderanno entro il 2023. Mi aspetto una collaborazione stretta e proficua anche per i prossimi anni, così come lo è stata per la programmazione precedente, seppur con qualche difficoltà”.

Piano Italia A 1 Giga

Sono intanto partiti i primi cantieri targati Open Fiber S.p.A. in Lombardia nell’ambito del progetto di digitalizzazione ‘Italia a 1 Giga’. Si tratta di un piano finanziato con i fondi del PNRR per cablare le zone non coperte da almeno una rete in grado di fornire velocità di connessione in download pari o superiori a 300 Mbit/s.  In totale i Comuni lombardi che rientrano nel progetto sono 1.132. Open Fiber si è aggiudicata complessivamente 8 lotti su 15 lotti messi in gara da Infratel Italia. Per un totale di 3.881 Comuni in 9 Regioni per la copertura complessiva di 3,9 milioni di numeri civici entro il 2026.

In Lombardia sono già stati avviati i lavori nei primi dieci Comuni. Ovvero Arese (MI), Cesano Maderno (MB), Corsico (MI), Crema (CR), Cusano Milanino (MI), Limbiate (MB), Offanengo (CR), Paderno Dugnano (MI), Rozzano (MI), San Giuliano Milanese (MI). Per un totale di circa 3.500 numeri civici che saranno connessi alla rete a banda ultra larga.  Saranno, a breve, aperti altri 2 cantieri a Basiglio (MI) e Varese che interesseranno ulteriori numeri civici.

Regione in campo per agevolare l’iter

“Con il nuovo progetto Italia a 1 Giga – ha proseguito l’assessore Terzi – auspico che i lavori siano realizzati con la massima cura e il massimo impegno da parte di tutti i soggetti della filiera. Regione Lombardia si è resa disponibile anche a indire le Conferenze di Servizi per agevolare l’iter amministrativo a conclusione del quale è possibile l’avvio lavori, contribuendo così a portare la Lombardia ai livelli di connessione dell’Europa”.

“Il ‘Piano Italia a 1 Giga’ – ha dichiarato Paolo Visconti, Responsabile Network & Operations Area Nord Ovest – costituisce un ulteriore tassello del piano industriale di Open Fiber volto a dotare il Paese di una rete in fibra ottica di ultima generazione. Un’infrastruttura che abilita tutti i servizi digitali innovativi di oggi e domani. Dalla telemedicina allo smart working, dal controllo elettronico degli accessi al monitoraggio ambientale e la gestione dell’illuminazione pubblica. Senza dimenticare che la fibra ottica è di fondamentale importanza anche in termini di eco-sostenibilità e risparmio energetico. Per mettere a terra un progetto così ambizioso è fondamentale la collaborazione con le Amministrazioni locali e le Regioni nell’interesse dei cittadini e delle imprese del territorio. Secondo il modello che stiamo attuando proprio con Regione Lombardia".

Angelo Carletti

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni