Chiusura skilifts, Regione: farlo il giorno prima causerebbe danni enormi

Sertori: la politica intervenga, solo una settimana fa Cts ha approvato linee guida

Chiusura skilifts, danni enormi farlo il giorno prima. Lo sostiene Massimo Sertori, assessore alla Montagna di Regione Lombardia, che interviene sulle parole di Walter Ricciardi, in merito agli impianti sciistici. Il consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza ha affermato infatti che tale attività non è compatibile col contrasto della pandemia da Covid-19 e che quindi gli impianti “Non andrebbero riaperti”.

Solo una settimana fa Cts ha approvato linee guida riapertura

“Ricciardi – ha spiegato Sertori – dice che non ci sono più le condizioni per l’apertura degli impianti di risalita. Ricordo che solo una settimana fa il Cts aveva approvato le linee guida proposte dalle Regioni per l’apertura in sicurezza. Rammento pure che tale documento contiene già forti limitazioni. E i gestori degli impianti si sono organizzati di conseguenza per l’apertura a partire dal 15 febbraio, così come previsto dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (dpcm)”.

Chiudere il giorno prima creerebbe danni ingenti

“Fare un provvedimento – ha aggiunto l’assessore alla Montagna – di chiusura degli skilifts, farebbe danni enormi. Bloccare tutto infatti a un giorno dall’apertura significherebbe creare un danno davvero ingente alle società di gestione delle attività che intanto hanno assunto personale e organizzato l’apertura. Ma il fatto metterebbe perfino in discussione la credibilità di uno Stato che un giorno ha detto una cosa e che il giorno dopo afferma il suo contrario”.

Rischio credibilità Stato, politica intervenga

“Per questo – ha concluso Sertori – spero vivamente che alla fine prevalga il buonsenso e la Politica intervenga esercitando la propria funzione”.

ama

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni