Fattorie sociali, via al nuovo regolamento

Rolfi: agricoltura occasione di integrazione e riscatto - Sono 24 le strutture già accreditate in Lombardia

È stato approvato dalla commissione consiliare il nuovo regolamento lombardo dedicato all’agricoltura e alle fattorie sociali. Sono attualmente 24 le fattorie sociali già accreditate in Regione Lombardia. Con il nuovo documento sarà possibile iscrivere nel registro regionale, nel rispetto dei requisiti previsti, tutte quelle realtà agricole fortemente improntate al sociale.

Fattorie sociali
“L’agricoltura sociale è un insieme di pratiche come l’orticoltura e l’allevamento di animali. Le sue finalità sono infatti aggregative, educative o di accompagnamento ad azioni terapeutiche, di riabilitazione e di inclusione sociale e lavorativa . Nello specifico sono dedicate a persone in particolari situazioni di svantaggio”.

Così Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia.

Legge regionale

“Con la legge regionale - ha proseguito - abbiamo normato l’attività delle aziende agricole in questo settore. Riconosciamo e promuoviamo l’agricoltura sociale quale aspetto della multifunzionalità delle aziende agricole. È inoltre una  nuova opportunità in termini di reddito e di occupazione. Era quindi necessario il regolamento per dare attuazione completa”.

Integrazione e riscatto
“Puntiamo sulla formazione degli operatori e sull’adeguatezza degli spazi. Dare lavoro a persone che si devono riabilitare a livello sociale - ha aggiunto Rolfi - è il modo migliore per il loro reinserimento. Esistono già realtà straordinarie che vogliamo ulteriormente valorizzare”.

Fattorie didattiche

Per lo svolgimento dell’attività sociale in ambito agricolo sarà dunque necessaria una specifica formazione teorico-pratica che supporti l’imprenditore agricolo. Ci sono precisi soggetti che possono organizzare i corsi di formazione per l’avvio dell’attività svolta dalle fattorie didattiche, le materie e le modalità per l’ottenimento dell’attestato di partecipazione del corso stesso. Sono inoltre previsti obblighi per lo svolgimento dell’attività sociale quali la frequenza di corsi annuali di aggiornamento della durata di otto ore, l’utilizzo del contrassegno identificativo regionale, l’assoggettamento ai controlli da parte degli uffici competenti.
Di seguito, il numero di fattorie didattiche già accreditate in Lombardia:

Bergamo: 2.
Brescia: 5.
Como: 4.
Lecco: 1.
Lodi: 3.
Mantova: 2.
Milano: 1.
Monza e Brianza: 2.
Pavia: 3.
Varese: 1.
Totale Lombardia: 24.

ben

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni