Ferrovienord

Terzi: 58,9 milioni a raddoppi ferroviari e nodo Seveso

Uno stanziamento di 58,9 milioni di euro per potenziare la rete ferroviaria di Ferrovienord in particolare sul nodo di Seveso (MB). Lo stabilisce una delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi. Nello specifico, il finanziamento prevede: 38,6 milioni di euro per il raddoppio delle linee Seveso-Meda e Seveso-Camnago e per l’eliminazione dei passaggi a livello di via Manzoni e via Montello a Seveso. Quindi altri 13,73 milioni di euro per la riqualificazione e il potenziamento della stazione di Seveso. Infine 6,6 milioni di euro per realizzare il posto di movimento alla stazione di Seveso-Baruccana sulla linea Saronno-Seregno.

Benefici per il territorio e il servizio ferroviario

ferrovienord seveso

“Approviamo, attraverso 3 delibere, i progetti definitivi – ha commentato l’assessore Terzi – di un corposo pacchetto di interventi fondamentali per efficientare l’infrastruttura di Ferrovienord. Dall’eliminazione dei passaggi a livello ai raddoppi delle linee, dalle opere che migliorano il territorio e alla riqualificazione e potenziamento degli impianti. Interveniamo infatti con un grande sforzo economico su un nodo strategico come quello di Seveso. Cui afferiscono ben quattro linee ferroviarie: Milano-Seveso-Asso, Seveso-Meda, Seveso-Camnago e Saronno-Seregno. Ci saranno quindi ricadute positive per la regolarità della circolazione dei treni su una porzione considerevole della rete ferroviaria lombarda. La soppressione dei passaggi a livello, quindi, determinerà poi un netto miglioramento della mobilità all’interno della città di Seveso. Oltre a produrre anch’essa benefici sulla qualità del servizio ferroviario”.

Progetto definitivo ‘Raddoppi ferroviari Seveso-Camnago e Seveso-Meda ed eliminazione passaggi a livello via Montello e via Manzoni’

La delibera approva il progetto definitivo per la realizzazione delle opere ferroviarie e tecnologiche per il potenziamento ferroviario delle linee ferroviarie Seveso-Camnago e Seveso-Meda. Nonché la realizzazione delle opere sostitutive dei passaggi a livello di Seveso. Il progetto da 38,6 milioni di euro prevede:

raddoppi ferroviari:

  • opere di sede per la posa dei nuovi binari, connessione con i tronchi di binario previsti nel progetto del Nodo di Seveso, tutti gli impianti tecnologici di sicurezza, circolazione, segnalamento, trazione elettrica e protezione dei passaggi a livello che permarranno sulle linee;
  • opere relative ai tracciati ferroviari (opere di sostegno, opere provvisionali, recinzioni, apertura, risoluzione delle interferenze con le altre infrastrutture, opere idrauliche);
  • prolungamento della banchina binario 2 della stazione di Meda;
  • opere per l’ampliamento del locale tecnico della stazione di Meda;
  • opere relative alla riorganizzazione viabilistica di piazza della Chiesa.

eliminazione passaggi a livello via Montello e via Manzoni

  • via Montello: sottopasso carrabile con caratteristiche dimensionali sufficienti a consentire il transito del Tpl (Trasporto pubblico locale) e i mezzi di soccorso;
  • via Manzoni: sovrappasso pedonale, realizzato in corrispondenza dell’estremità sud delle banchine della stazione di Seveso, dotato di scale e rampe con caratteristiche compatibili per l’accessibilità da parte di persone a ridotta mobilità e di biciclette condotte a mano.

Progetto definitivo ‘Linee Milano-Seveso-Asso e Seveso-Camnago, potenziamento nodo di Seveso’

La delibera approva infatti il progetto definitivo per la realizzazione delle opere ferroviarie e tecnologiche per il potenziamento ferroviario dell’impianto di Seveso. Il progetto da 13,73 milioni di euro prevede la realizzazione di:

  • opere civili di stazione come: demolizioni, ampliamenti e adeguamenti delle pavimentazioni per gli utenti a ridotte capacità di mobilità e ipovedenti per le banchine, nonché i prolungamenti delle pensiline; i fabbricati per le manutenzioni degli impianti tecnologici ferroviari, la demolizione e la ricostruzione delle recinzioni ferroviarie, la demolizione e ricostruzioni dei marciapiedi delle viabilità adiacenti ai fasci binari e la rimozione con riposizionamento di guardrail.
  • opere ferroviarie: realizzazione di opere di sede per la posa dei nuovi binari, adeguamento binari della stazione di Seveso, posa dei tronchi di binario per la realizzazione della soluzione a bivio con posa della tratta iniziale funzionale ai raddoppi ferroviari verso Camnago e verso Meda; tutti gli impianti tecnologici di sicurezza, circolazione, segnalamento, trazione elettrica e protezione dei passaggi a livello che permarranno sulle linee a sud e a nord del nodo di Seveso.
  • azioni compensative sul territorio circostante l’impianto, nel territorio comunale di Seveso: sistemazioni delle viabilità di via Zeuner, via Brennero e via Laforet, sistemazione della pista ciclabile esistente lungo via Laforet, adeguamento area di parcheggio su via Laforet, intersezione via Bizzozzero-via Segalini.

Progetto definitivo ‘Linea Saronno-Seregno, Comuni di Seveso e Cesano Maderno, posto di movimento di stazione di Seveso-Baruccana’

La delibera approva quindi il progetto definitivo per la realizzazione delle opere ferroviarie e tecnologiche per il potenziamento ferroviario della tratta Seveso Baruccana-Seregno nonché la realizzazione di alcune opere compensative in Comune di Seveso e di Cesano Maderno. Il progetto da 6,6 milioni di euro prevede infatti:

  • la realizzazione del binario di precedenza elettrificato nel tratto di stazione e dei relativi deviatoi;
  • la costruzione di una nuova banchina, con altezza +55 centimetri dal piano del ferro, parzialmente coperta da pensilina metallica. E posta a sud dell’attuale, a servizio del nuovo binario di precedenza in progetto;
  • la parziale demolizione e l’adeguamento della banchina esistente a servizio del binario di corsa;
  • la parziale modifica della scala di accesso all’esistente sottopasso lato sud;
  • l’adeguamento dell’impiantistica ferroviaria connessa con la realizzazione del nuovo binario (armamento, TE, segnalamento);
  • l’implementazione degli impianti TLC e di informazione all’utenza (TVCC, teleindicatori, diffusione sonora, ecc);
  • la parziale demolizione e ricostruzione delle barriere attualmente poste lungo linea;
  • la realizzazione di un nuovo locale ACS posto in prossimità del passaggio a livello prog. km 33+215;
  • sono inoltre previste alcune opere di viabilità su via Grigne, via Montecassino, tra via Domodossola e via Marzabotto.

gus

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni