GESTIONE RISCHIO IDROGEOLOGICO IN AREA METROPOLITANA

Interventi per mettere in sicurezza popolazione locale

La Giunta regionale ha approvato uno schema di accordo per la riduzione del rischio idrogeologico nell’area metropolitana di Brescia. La situazione dell'Area a Potenziale Rischio Significativo di Brescia, conseguente a elevate portate di piena ed estensione delle aree inondabili, richiede complessi interventi di mitigazione del rischio con effetti alla scala di bacino idrografico o di ampi settori del reticolo idrografico principale, per attuare i quali è necessario il coordinamento delle politiche di più soggetti istituzionali.
Concretamente, l’intesa attiverà un Tavolo istituzionale tra Regione, Comune di Brescia, Autorità di Bacino distrettuale del fiume Po, Agenzia interregionale per il fiume PoConsorzio di Bonifica Oglio Mella e Consorzio di Bonifica del Chiese, per la realizzazione di opere strutturali, manutenzione e gestione delle infrastrutture esistenti.

Il reticolo idrografico è composto da:

  • il torrente Garza a partire dalla vasca di laminazione di Nave fino a Borgosatollo;
  • il torrente Garzetta per tutto il corso;
  • il fiume Mella dai confini comunali di Collebeato e Concesio;
  • i torrenti della zona a ovest di Brescia nei comuni interessati dalle opere di laminazione delle piene;
  • il torrente Livorna/Laorna;
  • i torrenti della zona a est di Brescia;
  • il torrente Rudone a partire dalla vasca di Nuvolento;
  • il Naviglio Grande Bresciano a partire dall’immissione dello scolmatore di Nuvolera fino a valle;
  • il Canale Naviglio Cerca per tutto il tratto.

ver

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni