Giornata mondiale Autismo, Palazzo Lombardia e Pirelli illuminati di blu

Bolognini: momento di riflessione importante per la società
Locatelli: difficoltà quotidiane acuite dall’emergenza sanitaria

In occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza sull’Autismo,  Palazzo Lombardia e il Grattacielo Pirelli si illumineranno simbolicamente di blu.
“La Giornata mondiale dell’Autismo rappresenta per Regione Lombardia un momento di consapevolezza e riflessione importante. È necessario infatti che vengano prese misure per sensibilizzare l’opinione pubblica, soprattutto in questo periodo di emergenza Covid-19. Con la pandemia, infatti, le persone autistiche possono maggiormente accusare lo stress dovuto alle misure di contenimento, isolamento domiciliare o ospedalizzazione in caso di contagio”.
Lo ha  sottolineato l’assessore regionale allo Sviluppo della Città metropolitana, Giovani e Comunicazione Stefano Bolognini.

In Italia un bimbo su settantasette

“Dal 2007, il 2 aprile –  ha ricordato  – è ogni anno un’occasione per richiamare l’attenzione pubblica sui diritti delle persone nello spettro autistico. Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dei disturbi dello spettro autistico, in Italia 1 bambino su 77 di età compresa tra i 7 e i 9 anni presenta un disturbo. La prevalenza è maggiore nei maschi. Una realtà di cui ancora troppo poche persone hanno una reale consapevolezza. Per questo motivo abbiamo deciso di illuminare Palazzo Lombardia e il Grattacielo Pirelli di blu”.

Giornata mondiale Autismo, dare voce a tante famiglie

“La Giornata mondiale per la consapevolezza sull’Autismo  è un’occasione per richiamare l’attenzione sui diritti delle persone con sindrome dello spettro autistico. In questo momento di emergenza sanitaria, questa giornata assume una valenza ancora più forte, in quanto è fondamentale dare voce a tutte le famiglie. Per via delle restrizioni adottate per il contenimento del contagio e il conseguente isolamento, hanno infatti più che mai bisogno di essere ascoltate”.

Lo ha precisato l’assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità Alessandra Locatelli.

Facciamo luce insieme

“In questa giornata speciale, Regione Lombardia – ha concluso Alessandra Locatelli – vuole ‘fare luce’ sul disturbo dello spettro autistico, non solo illuminando Palazzo Lombardia e Palazzo Pirelli. Vogliamo infatti anche dare voce a famiglie e associazioni, per parlare di esperienze di vita e degli aspetti più sociali che riguardano l’autismo. Il nostro obiettivo è fare in modo che si parli di autismo non solo in queste occasioni.  È importante infatti  far crescere in ognuno  di noi la consapevolezza”.

Moratti: nostra attenzione verso autismo è forte e costante

“Si tratta di una giornata di sensibilizzazione ma anche di speranza e di fiducia per quanto ancora c’è da fare e verrà fatto su questa drammatica materia. Come Regione, posso garantire, che sentiamo fortemente la responsabilità che abbiamo. Siamo in prima linea per sostenere chi porta una condizione di autismo e le loro famiglie”.

Così la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti.

Il significato del colore blu

“Nel 2007 le Nazioni Unite decisero di istituire questa Giornata – ha aggiunto – scegliendo il colore blu perché aveva il potere di risvegliare il senso di sicurezza ed  il bisogno di ‘conoscenza’. Questo apprendimento è inteso come: sensibilizzazione, informazione e ricerca. Il blu, inoltre, quando è illuminato, assume una colorazione brillante, che dà energia. Il nostro obiettivo è quindi quello che chi lo guarda si senta infondere di luce e fiducia”.

Giornata mondiale Autismo, l’ impegno di Regione Lombardia

L’impegno di Regione Lombardia è fatto di politiche sanitarie, educative e sociali atte a migliorare i servizi e l’organizzazione delle risorse a supporto delle famiglie. Il quadro dell’offerta è stato arricchito da diversi interventi mirati.

“Interventi sollecitati dal mondo scientifico – ha spiegato Letizia Moratti – dal legislatore nazionale e dalle associazioni dei familiari, che svolgono un’incessante e fondamentale funzione di stimolo”.

Risorse economiche

Regione Lombardia oltre alla tradizionale rete dei servizi, ha messo a disposizione importanti risorse economiche. In particolare oltre 20 milioni di euro sono a favore di specifici progetti, finalizzati ad intervenire negli aspetti più critici. Tra questi la diagnosi precoce, l’età di transizione e l’età adulta, nonché il supporto e il potenziamento della rete di riferimento. Compresa anche la formazione degli operatori.

Piano socio-sanitario 2021

L’impegno, come riportato nel Piano socio-sanitario 2021, si concretizzerà nel percorso che porterà all’approvazione del Piano regionale dell’ Autismo. Così inoltre si consoliderà la collaborazione tra gli assessorati al Welfare e  Politiche abitative, Famiglia e Disabilità.

Piano operativo regionale

“In questo quadro – ha continuato Letizia Moratti – si inserisce la prossima approvazione del Piano operativo regionale per i disturbi dello spettro autistico. Su questo argomento sta lavorando un gruppo tecnico composito che coinvolge Regione, Ats, Asst, Anci, Università, Enti privati accreditati e associazioni dei familiari. L’obiettivo è realizzare una rete di servizi realmente inclusiva, in grado di sostenere le persone con autismo e le loro famiglie. La rete deve cioè funzionare in tutte le dimensioni della vita quotidiana,  in una logica collaborativa, di integrazione e trasversalità”.

Un lavoro ancor più necessario e importante di fronte alle criticità della pandemia da Covid-19.

Rinnovare un patto

“L’impatto della pandemia – ha concluso – sulle persone con fragilità è stato più forte che per il resto della popolazione, mettendo a dura prova equilibri costruiti negli anni con fatica. Anche per questo il nostro impegno per la campagna vaccinale rivolta a questa fascia di popolazione e ai loro caregivers è massimo. Questa giornata dunque non è solo solo simbolica ma vuole infatti rinnovare un patto fiduciario. L’obiettivo è infatti quello di percorrere insieme, con  speranza e ottimismo, altri passi sulla strada intrapresa”.

dbc/ama/ram

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni