Hackathon bullismo, accordo tra Regione e ufficio scolastico Lombardia

Regione Lombardia e Ufficio scolastico regionale insieme per la realizzazione dell”Hackaton’ contro il bullismo e il cyberbullismo nel 2022 e 2023. Lo prevede una delibera approvata oggi dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, di concerto con gli assessori Stefano Bolognini (Sviluppo città metropolitana, Giovani e Comunicazione) e Alessandra Locatelli (Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità).

Regione Lombardia ha già stanziato 40.000 euro (20.000 annui) per la realizzazione con le scuole di nuovi progetti sulla sicurezza in rete.

Assessore De Corato: Regione a fianco dei giovani

“Regione Lombardia – ha affermato l’assessore Riccardo De Corato – ha proposto, così come in passato, un ventaglio di interventi per la prevenzione e il contrasto al fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, in particolare nell’ambiente scolastico. Proseguiamo, infatti, la collaborazione con l’Ufficio Scolastico per la realizzazione di due Hackathon, il cui valore formativo è quello di sollecitare gli studenti a lavorare in team. Anche ad esercitarsi nel public speaking, a trovare soluzioni su questioni specifiche, con un’attenzione particolare agli aspetti tecnologici e informatici, e ad elaborare proposte, frutto della condivisione di conoscenze, di abilità e competenze. La Regione, quindi, si schiera a fianco dei giovani nella battaglia di civiltà contro ogni forma di violenza, in rete e non. Stanziando 40.000 euro per il biennio 2022-2023?.

“Fra le iniziative della Regione – ha continuato l’assessore – spiccano le campagne di sensibilizzazione e di informazione per gli studenti e le loro famiglie. Ma non solo, anche appuntamenti culturali, sociali, ricreativi e sportivi sui temi della legalità. E uso consapevole degli strumenti informatici. Nonché programmi di sostegno in favore dei minori, vittime degli attacchi di bullismo e cyberbullismo. Fornendo loro gli strumenti per prevenire e contrastare questi fenomeni”.

Assessore Bolognini: abbiamo il dovere di combattere il bullismo anche con hackathon

“Abbiamo il dovere – ha dichiarato l’assessore Stefano Bolognini – di combattere efficacemente fenomeni come il bullismo e il cyberbullismo, partendo proprio dai giovani e dalle scuole. Valorizzare i ragazzi ed enfatizzare il protagonismo giovanile. Sono questi due capisaldi della nuova legge regionale per i giovani e tracciano la strada che Regione sta percorrendo. Perché sempre meno tra di loro si sentano soli. Dobbiamo ascoltarli e dobbiamo motivarli ad essere protagonisti e a coltivare i propri sogni senza avere paura di essere giudicati. Instaurando con loro un rapporto stretto e schietto, anche tramite iniziative e progetti con le scuole, fondamentali da questo punto di vista. I nostri giovani – conclude Bolognini – devono avere la certezza che Regione Lombardia è al loro fianco nel combattere bullismo e cyberbullismo”.

Assessore Locatelli: giovani coinvolti direttamente

“E’ grazie a progetti come questo – ha evidenziato l’assessore Alessandra Locatelli – in grado di coinvolgere in prima persona i ragazzi e di raccogliere i loro spunti, che possiamo arginare efficacemente i fenomeni come il bullismo e il cyberbullismo. Da tempo Regione Lombardia è in prima linea nel contrasto di quella che è diventata una vera e propria emergenza. Acuita dalla pandemia e dai conseguenti cambiamenti delle abitudini negli adolescenti. Solo attraverso azioni di sensibilizzazione e di educazione le istituzioni, in collaborazione con la scuola e le famiglie, possono contribuire in maniera concreta a proteggere i ragazzi”.
Ava Tanin

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni