Innovazione, da Regione altri 13,6 milioni per misure tech fast e brevetti

Fondi a Pmi per digitalizzazione e tutela invenzioni industriali

L’innovazione si conferma al centro delle politiche di Regione Lombardia; in in arrivo, infatti, oltre 13 milioni per le Pmi. I fondi saranno utilizzati per brevetti e investimenti in nuove tecnologie.
Attenzione dimostrata con sostegni concreti alle Pmi, cuore del tessuto produttivo del territorio. Per loro, infatti, ci sono 13,6 milioni di euro di risorse aggiuntive per due misure, tech fast e brevetti.
La decisione di implementare i fondi già stanziati è stata approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore a Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione, con nuovi fondi derivanti da economie a valere su risorse sul Por Fesr 2014-2020 in fase di chiusura.

Innovazione, oltre 13  milioni di rifinanziamento

“La risposta delle imprese a questo bando è stata eccezionale. Questo  è il segno di quanto investire sull’innovazione sia vitale soprattutto in questa fase di ripresa post pandemia.  Per questo – ha detto l’assessore – abbiamo deciso di rifinanziare il bando con ulteriori 13,6 milioni di euro. Non vogliamo che le nostre imprese rimangano indietro in termini di competitività. L’innovazione è, quindi, fondamentale per rimanere al passo con i tempi”.

La misura tech fast

Tech fast’ è un acceleratore d’innovazione tramite contributi per progetti di sviluppo sperimentale e innovazioni tecnologiche e digitali delle Pmi. Per questa misura, Regione Lombardia stanzia ora altri 13 milioni euro.
La dotazione finanziaria precedente, già consistente, ammontava a 19 milioni di euro. Con ‘Tech fast’, dunque, Regione mette a disposizione in tutto 32.454.000 euro. Per questa misura, la riapertura dello sportello avverrà al termine della necessaria procedura di comunicazione alla Commissione europea.

Finora sulla misura ‘Tech Fast sono arrivati 143 progetti. Di questi 118 sono in fase di valutazione e 25 ‘in lista d’attesa’ per l’esaurimento delle risorse.
Tech Fast punta quindi a implementare meccanismi virtuosi di accelerazione dell’innovazione. Tutto ciò tramite il sostegno a progetti di sviluppo sperimentale, di innovazione di processo o solo sviluppo sperimentale. Tra questi lo sviluppo di prototipi,  prodotti pilota, test e convalida di prodotti, processi o servizi nuovi o migliorati, progetti di digitalizzazione delle Pmi lombarde.

Pmi, le agevolazioni

Le Pmi potranno richiedere l’agevolazione, ad esempio, per spese di personale, strumentazioni e attrezzature, costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne, costi per servizi di consulenza, materiali e forniture, oltre che per la copertura di spese generali (per il 15% delle spese di personale).
La spesa minima richiesta per progetti è di 80.000 euro per soggetto, con un contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa complessiva ammissibile del progetto, fino a un massimo di 250.000 euro.

Innovazione 13 milioniLa misura brevetti 2021

Con il bando ‘Brevetti 2021’ Regione Lombardia punta invece a sostenere le Pmi nelle loro spese per brevetti europei e internazionali. In questo caso, vengono stanziati ulteriori 200.000 euro, che si aggiungono al milione di euro già previsto al momento dell’apertura del bando, lo scorso giugno.
In tutto, quindi, il sostegno per spese legate a invenzioni industriali ammonta nel complesso a 1,2 milioni di euro. Lo sportello valutativo delle domande di agevolazione per il bando ‘Brevetti 2021’ riapre il 25 ottobre alle ore 14, fino a esaurimento della dotazione finanziaria. E comunque entro le ore 14 del 31 dicembre 2021 . Finora il bando ha già finanziato 138 domande per brevetti.

Destinatari

Il contributo a fondo perduto di importo forfettario previsto è destinato a micro, piccole e medie imprese (MPMI) lombarde o liberi professionisti. È finalizzato alla copertura delle spese per nuovi brevetti europei e internazionali, o estensioni degli stessi a livello europeo o internazionale, a tutela appunto delle proprie invenzioni industriali.

I contributi variano a seconda della tipologia di brevetto e sono pari all’80% dei costi forfettari, ovvero:

– 5.680 euro per un nuovo brevetto/estensione europeo.
– 7.200 euro per un nuovo brevetto/estensione internazionale.

ben/fsb


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni