Laghi lombardi, Magoni: da Regione interventi tesi ad aumentare attrattività

Assessore: azioni utili in vista della ripresa turistica

“Ancora una volta in Lombardia siamo al fianco degli operatori del territorio, stanziando fondi importanti per interventi strutturali sui principali laghi della regione. Un sostegno fondamentale per chi sta vivendo un periodo prolungato di forte crisi e che permette di valorizzare da un punto di vista turistico, località e strutture di notevole attrattività”. Così Lara Magoni, assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda, commenta la delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, che stanzia 2 milioni di euro per cofinanziare 9 interventi infrastrutturali dal valore complessivo di 2.932.630 euro da realizzarsi nelle aree demaniali dei laghi lombardi. Nel dettaglio si realizzeranno 3 nuove opere sul Lago Maggiore, 1 sul Lago d’Iseo, 1 sul Lago di Garda, 1 sul Lario e 3 sul Lago Ceresio.

La più vasta area lacustre d’Europa

“La Lombardia - ha aggiunto l’assessore regionale - ha la più vasta zona lacustre d’Europa, luoghi che tutto il mondo conosce e ci invidia, dove la bellezza della natura si accompagna all’arte, alla cultura e alla possibilità di esperienze uniche”.

Pronti per riprendere a viaggiare in sicurezza

“Sono stati e saranno - ha continuato l’assessore - driver indispensabili per il turismo internazionale, che prima della pandemia stava registrando numeri da record. Stiamo infatti lavorando per farci trovare pronti quando finalmente sarà possibile tornare a viaggiare in piena sicurezza”.

Puntare al rilancio del turismo

“Nonostante il periodo difficile, è necessario - ha affermato l’assessore - programmare il futuro con ottimismo e lungimiranza. Puntando a un rilancio del turismo attraverso un’offerta di grande qualità, che sappia valorizzare i nostri luoghi attraverso strutture d’eccellenza e un’accoglienza professionale”.

Nuova linfa al settore ricettivo

“Vogliamo dare - ha concluso l’assessore Magoni - nuova linfa vitale a un settore, quello ricettivo, che sta infatti soffrendo una crisi senza precedenti”.

gus

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni