Lodi. Mammografo di ultima generazione all’Ospedale Maggiore

Fontana e Moratti: virtuosa collaborazione pubblico privato

Un mammografo di ultima generazione è ora presente all’Ospedale Maggiore di Lodi. Il nuovo macchinario è stato inaugurato alla presenza del presidente della Regione LombardiaAttilio Fontana, della vicepresidente e assessore regionale al Welfare, Letizia Moratti, e dell’assessore Pietro Foroni, coordinatore del Tavolo territoriale regionale di Lodi.

Il nuovo strumento diagnostico

lodi mammografo ospedale maggiore







L’installazione del nuovo strumento diagnostico, fondamentale per la lotta contro il tumore al seno, è frutto della collaborazione tra pubblico e privato ed è finalizzata a recuperare i rallentamenti provocati dalla pandemia.

Presidente Fontana: aziende territorio vicine alla sanità

lodi mammografo ospedale maggiore







“Si tratta – ha commentato il presidente Fontana – di un'importante donazione di due aziende. I privati in questa regione hanno già dimostrato un grande senso di solidarietà durante e dopo la pandemia”.
“Miglioriamo qualitativamente la risposta tecnologica dell’ospedale di Lodi – ha rimarcato il governatore – e dimostriamo come le aziende del territorio siano vicine alla sanità“.

Vicepresidente Moratti: collaborazione pubblico-privato valore aggiunto

lodi mammografo ospedale maggiore







“La partnership sul territorio tra pubblico e privato – ha sottolineato la vicepresidente Moratti – è una collaborazione virtuosa. E si conferma un valore aggiunto nella sanità lombarda”.

“Da una parte ci avviciniamo sempre più ai cittadini – ha proseguito – e, dall’altra, mettiamo a loro disposizione macchinari di ultimissima generazione, fondamentali per diagnosi rapide e precise. Del resto, l’attività di prevenzione è una delle priorità del nostro impegno come assessorato al Welfare. E lo è così tanto da avere un posto rilevante nel potenziamento della legge sulla sanità regionale. Un impegno che va di pari passo con il piano prevenzione regionale. Nonchè con tutte le attività di informazione e sensibilizzazione promosse”.

Asst di Lodi e ‘Fucina Sanità’

lodi mammografo ospedale maggiore







L’Asst di Lodi è una delle aziende sanitarie identificate da ‘Fucina Sanità’, importante organismo nazionale che si occupa tra l’altro di gestione sanitaria. In questo senso, l’Azienda lodigiana è stata scelta come partner esterno indipendente, per ricevere la donazione, in base a criteri rigorosi.

Breast Unit più ricca e dotata

lodi mammografo ospedale maggiore







Il nuovo mammografo è operativo all’interno della Breast Unit dell’Ospedale Maggiore di Lodi. Un’apparecchiatura di ultima generazione, al vertice della gamma dei mammografi digitali, dotato di tomosintesi: una tecnica che permette uno studio stratigrafico della mammella e un risultato diagnostico più efficace rispetto alla mammografia convenzionale.
L’obiettivo dell’iniziativa, promossa da Roche Italia e Fujifilm Italia con i partner aderenti, è quello di offrire un contributo alla ripresa delle attività di screening mammografico dopo il calo registrato a seguito della pandemia, avvicinando nuovamente le donne ad una sana e costante prevenzione.
Ava Tanin

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni