Olio, Rolfi: filiera olivicoltura è importante risorsa per la Lombardia

Assessore: da Gal Valsabbia studio su minaccia cascola. Regione potenzia interventi e prevenzioni fitosanitarie

“Il buon lavoro del Gal Valsabbia per l’olivicoltura e sul tema cascola è fondamentale su una filiera piccola per la Lombardia, ma estremamente importante in termini di qualità per l’interconnessione con la gastronomia e la ristorazione, nonché per le valenze paesaggistiche, turistiche e ambientali che l’olivicoltura porta con sé nei contesti dei laghi di Garda, Como e Iseo”. Lo ha dichiarato l’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi di Regione LombardiaFabio Rolfi, intervenendo, in videoconferenza, all’incontro ‘L’olivicoltura in Lombardia’.

Gli intervenuti
Sono intervenuti, tra gli altri, Silvano Zanelli, presidente Aipol, associazione interprovinciale produttori olivicoli lombardi e Massimo Ornaghi, direttore generale Ersaf Lombardia, Ente regionale servizi per l’agricoltura e le foreste.

Il fenomeno della cascola
“La cascola - 
ha sottolineato l’assessore - è un fenomeno che ha come manifestazione la caduta anomala e anticipata delle olive che altera la produzione dell’olivicoltura in diverse zone e che è presente, purtroppo, da diversi anni con varia virulenza sul territorio lombardo senza che ne sia stata identificata la causa. Lo studio consente di mettere a fuoco in maniera più precisa le diverse concause, tra cui, non ultima, la cimice asiatica. Questo consentirà, nel prossimo futuro, di avere strategie di contrasto più efficaci. Dobbiamo tenere conto anche della diversità di produzioni, abbiamo oliveti convenzionali e diversi oliveti in aree biologiche, che richiedono quindi politiche diversificate”.

Su olivicoltura Lombardia c’è

“Sull’olivicoltura ribadisco - ha detto Rolfi - che Regione Lombardia c’è. Siamo interessati a potenziare l’olivicoltura in quanto filiera in grado di garantire redditività e opportunità di diversificazione agli agricoltori. Oltre a rappresentare una manifestazione decisamente multifunzionale dell’agricoltura lombarda”.

Attività fitosanitaria

“Per Regione Lombardia - ha spiegato l’assessore - è sempre più fondamentale l’attività fitosanitaria. La difesa delle piante è infatti centrale nel lavoro presente e dei prossimi anni. Regione Lombardia ha assunto nuovi 20 ispettori e sta potenziando i servizi sul territorio ed è prossima una sede anche nella filiera florovivaistica del Mantovano. Come Regione abbiamo potenziato molto le risorse per le difese passive dagli insetti, misura con cui sosterremo i costi di impianto di agricoltura meccanica all’80% è così continueremo anche nella prossima programmazione Psr”.

Vespa samurai contro cimice asiatica

“Collaboreremo con il Gal e le associazioni agricole - ha concluso l’assessore Rolfi – per individuare le misure più efficaci di difesa, anche contro la cascola. In tale senso ricordo anche i lanci della vespa samurai, anche nel Bresciano, per contrastare in maniera biologica la cimice asiatica, con risultati che contiamo di vedere già dal prossimo anno”.

gus

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni