Parchi regionali, Rolfi: 3,6 milioni per la manutenzione straordinaria

“Tuteliamo ambiente e manteniamo efficienza strutture in chiave turistica”

Contribuire alla tutela dell’ambiente, alla salvaguardia delle risorse naturali disponibili, al mantenimento in efficienza di strutture e infrastrutture presenti nei parchi regionali e al recupero di aree degradate. Con questi obiettivi la Regione Lombardia ha deliberato, su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, lo stanziamento di 3,6 milioni di euro da destinare agli enti parco della Lombardia.

Non solo manutenzione, anche riqualificazione

“Finanzieremo – ha dichiarato l’assessore Rolfi – la manutenzione straordinaria e la riqualificazione del patrimonio naturale, la ristrutturazione delle sedi, gli impianti e le attrezzature di pertinenza e malghe e alpeggi di proprietà pubblica e interventi di recupero di elementi caratteristici esistenti come muretti a secco e terrazzamenti“.

Maggiore fruizione nel periodo post Covid

“Queste aree – ha aggiunto l’assessore – saranno infatti sempre più frequentate nel periodo post Covid. E vogliamo quindi renderle attrattive e funzionali anche in chiave turistica. Il 25% del territorio lombardo è, infatti, protetto. Abbiamo, infatti, una rete che comprende un Parco nazionale, 24 parchi regionali, 105 parchi di interesse sovraccomunale, 3 riserve naturali statali e 66 riserve naturali regionali, 33 monumenti naturali e 242 siti Rete Natura 2000. Un patrimonio straordinario di biodiversità e benessere che vogliamo tutelare al massimo”.

Contributi e tempistica

Il contributo in capitale a fondo perduto verrà quindi disposto nella misura massima del 100% per gli interventi di rinaturalizzazione o comunque volti al miglioramento e alla conservazione della biodiversità. Nonché per gli interventi selvicolturali o di sistemazione idraulico-forestale e nella misura massima del 90% per tutti gli altri interventi ammissibili. Ogni ente gestore dei parchi regionali può presentare quindi non più di due progetti. L’avvio dei lavori deve avvenire entro il 30/09/2022 e l’ultimazione entro il 30/09/2023. La documentazione progettuale sarà quindi definita con successivo decreto dirigenziale. Le candidature dovranno essere presentate infatti per mezzo del Sistema Informativo Integrato ‘Bandi online’.

Il riparto dei fondi

Con la delibera è stata quindi approvata anche la quota proporzionale del contributo finanziario disponibile. In base alle dimensioni del parco. Di seguito, la suddivisione provinciale in base alla sede dell’ente parco.

Bergamo
  • Orobie Bergamasche 244.302,68 euro;
  • Serio 112.755,08 euro;
  • Adda Nord 112.755,08 euro;
  • Colli Bergamaschi 112.755,08 euro.
Brescia
  • Adamello 244.302,68 euro;
  • Alto Garda bresciano 244.302,68 euro;
  • Oglio Nord 183.227,01 euro;
  • Monte Netto 112.755,08 euro.
Como
  • Spina Verde 112.755,08 euro.
Cremona
  • Oglio Sud 183.227,01 euro.
Lecco
  • Grigna Settentrionale 112.755,08 euro;
  • Montevecchia e Valle del Curone 112.755,08 euro;
  • Monte Barro 112.755,08 euro.
Lodi
  • Adda Sud 183.227,01 euro.
Mantova
  • Mincio 183.227,01 euro.
Milano
  • Valle del Ticino 244.302,68 euro;
  • Agricolo Sud Milano 244.302,68 euro;
  • Groane 112.755,08 euro;
  • Nord Milano 112.755,08 euro.
Monza e Brianza
  • Valle del Lambro 112.755,08 euro.
Sondrio
  • Orobie Valtellinesi 244.302,68 euro.
Varese
  • Campo dei Fiori 112.755,08 euro;
  • Pineta Appiano Gentile e Tradate 112.755,08 euro.

Totale piano di riparto Lombardia 3.664.540,16.

gus

Area degli allegati

Proverbi Milanesi

Milano in Giallo

di Albertina Fancetti, Franco Mercoli, Alighiero Nonnis, Mario Pace
EDB Edizioni

Com'è bella Milano

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

L'Osteria degli Orchi

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni