Riapre la ‘Regina’: conclusa prima fase dei lavori per Variante Tremezzina

Con il ‘Patto per la Lombardia’ stanziati 190 milioni di euro
L’assessore: attenzione costante all’andamento del cantiere

Sopralluogo al cantiere della Variante alla Tremezzina, a Colonno (Como), dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile di Regione LombardiaClaudia Maria Terzi in occasione della riapertura della Statale ‘Regina’, l’arteria che costeggia il Lago di Como. Presenti, tra gli altri, anche il sottosegretario alla presidenza con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, Fabrizio Turba e il presidente del Consiglio regionaleAlessandro Fermi.
“La riapertura della strada Statale ‘Regina’ – ha sottolineato l’assessore Terzi – segna la conclusione della prima fase dei lavori per la Variante alla Tremezzina. Questo consente di tornare a un assetto ordinario della viabilità. Nei mesi di chiusura della ‘Regina’, il piano straordinario per la mobilità alternativa è stato efficace e fondamentale per contenere i disagi”.

Terzi: collaborazione istituzionale verso l’obiettivo

“Ora occorre che Anas prosegua spedita – ha detto ancora Terzi – per concretizzare la Variante alla Tremezzina, opera attesa da tempo e che segnerà una svolta per il territorio lariano. Continueremo a monitorare la situazione e a collaborare con gli attori coinvolti affinché tutto possa procedere senza intoppi”.

Patto per la Lombardia

La Variante alla Tremezzina ha beneficiato anche di un finanziamento di 190 milioni di euro derivanti dal Patto per la Lombardia. A queste risorse si era aggiunto uno stanziamento regionale di 1,6 milioni per la progettazione definitiva.

Turba: resta attivo il tavolo di coordinamento

“Dopo 127 giorni – ha evidenziato il sottosegretario Turba – finalmente viene riaperta la Statale Regina. Un segnale importante per il nostro territorio e per il turismo, in vista anche della vicina Pasqua e della opportunità, per molti lombardi, di trascorrerla sul Lago”.

“Il tavolo di coordinamento dei lavori dell’opera, che ha funzioni di gestire la logistica – ha detto ancora – continuerà a rimanere attivo per tutto il periodo dell’area del cantiere, così da affrontare le problematiche che dovessero eventualmente presentarsi. Un ringraziamento ad Anas, all’impresa esecutrice dei lavori, al Prefetto, al presidente della Provincia, ai sindaci del territorio per la collaborazione e ai cittadini che hanno sopportato questo periodo di disagi per la realizzazione di un’opera così fondamentale per l’intero territorio”.

L’intervento

La Variante alla Tremezzina consiste in una variante stradale di 9,8 km, di cui 7,8 in galleria. La nuova arteria costituirà l’alternativa all’attuale percorso della SS340 ‘Regina’ nei Comuni di Colonno, Sala Comacina, Tremezzina e Griante.
L’itinerario attuale è infatti caratterizzato da difficoltà di transito per numerosi restringimenti nella tratta tra Colonno e Ossuccio. In particolare, in questi mesi, il cantiere ha riguardato la realizzazione del nuovo svincolo di Colonno e l’imbocco sud della galleria.
Ava Tanin

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni