Rilancio Lombardia, grande partecipazione: oltre 19.000 domande registrate

Fontana e Mattinzoli: stanziati più di 40 milioni di liquidità. Chiusa la prima fase del bando da 167 milioni di euro

Un’iniezione di liquidità per le microimprese lombarde fino a 10 dipendenti, attraverso il bando Rilancio Lombardia. In una sola settimana già stanziati 40 mila euro.
Grande partecipazione, più di 19.100 le domande arrivate,  per la prima fase del bando da 167 milioni ‘ Rilancio Lombardia, destinato alle categorie produttive lombarde che stanno subendo di più gli effetti della crisi economica e che sono escluse dai ‘decreti ristori’.
“Un aiuto a chi si trova in difficoltà a causa della pandemia, liquidità che viene immessa subito nel sistema” -  ha ricordato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana.
Si è chiusa la settimana in cui ogni giorno sono state aperte sul sito bandi.regione.lombardia.it apposite finestre dedicate a specifici codici Ateco. Una strategia che ha permesso di stanziare oltre 40 milioni di euro, senza intoppi di carattere informatico e con la ferma determinazione di evitare le criticità che i cosiddetti ‘clickday’ presentano.
Infatti, i tempi medi di presentazione e presa in carico delle richieste non hanno superato i 5 minuti.

La logica di Rilancio Lombardia

“Abbiamo seguito - ha spiegato il presidente Fontana - la duplice logica dell’integrazione e della complementarietà degli ultimi interventi emergenziali del Governo, con l’unico fine di non lasciare indietro nessuno”.
Aiuto alle microimprese lombarde
“In base alla logica integrativa dei ristori statali abbiamo previsto in questa settimana sostegno alle micro imprese. Quelle fino a 10 dipendenti e 2 milioni di fatturato. E dall’11 gennaio - dice ancora Fontana - liquidità e denaro fresco per i lavoratori autonomi con partita IVA di quelle filiere produttive, che risentono particolarmente degli effetti delle restrizioni causate dall’andamento della curva epidemiologica”.

Impegno considerevole
“Siamo soddisfatti e contenti perché con questa misura Regione Lombardia ha messo a disposizione una cifra considerevole” - ha commentato l’assessore allo Sviluppo Economico, Alessandro Mattinzoli.
“Non si risolvono tutti i problemi, ma sicuramente manifestiamo la forte vicinanza al mondo produttivo e invitiamo l’impresa a resistere. Insieme e uniti usciremo da questa crisi profonda” - ha proseguito l’assessore regionale.

Modello vincente.  

“Fa anche piacere - ha sottolineato Mattinzoli - che il modello abbia funzionato. Le sette finestre dedicate a varie categorie, l’accesso rapido attraverso la piattaforma on line, in sostanza una procedura semplice e snella. Ora la nostra intenzione è che la distribuzione delle risorse avvenga con la stessa efficienza. Continueremo a monitorare la situazione perché nessuno resti indietro”.

ben

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni