Sicurezza, De Corato: in stazioni ferroviarie controlli straordinari

L’assessore: da Regione attenzione anche alle zone adiacenti

L’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale, Riccardo De Corato, ha risposto a un’interrogazione a risposta scritta durante l’odierna seduta del Consiglio regionale. Oggetto della richiesta, le iniziative per garantire maggiori livelli di sicurezza nel sistema ferroviario sia per gli utenti sia per il personale Trenord.

Controlli straordinari, accordo per la promozione della sicurezza integrata
“Regione Lombardia – ha affermato De Corato – ha promosso, in via sperimentale, servizi straordinari di controllo nelle stazioni e nelle zone adiacenti. Soprattutto in quelle sprovviste di presìdi della Polizia ferroviaria lungo la tratta della Provincia di Lecco. Tali azioni sono state possibili grazie all’Accordo per la promozione della sicurezza integrata, sottoscritto nel 2019 con Ministero dell’Interno e Anci Lombardia. Questa progettualità presentata al prefetto e, da questi, ai sindaci interessati, è in fase di approfondimento per gli aspetti operativi. A fine consultazioni, si provvederà a presentare lo schema di accordo alla Giunta, per l’approvazione dello stesso”.

I comuni lombardi interessati
“La Regione, il Prefetto e i Sindaci dei Comuni di Lecco, Mandello del Lario, Bellano, Dervio, Merate, Olgiate Molgora, Calco, Airuno, e Calolziocorte – ha proseguito l’assessore regionale – ciascuno in relazione alle proprie competenze e attribuzioni, stanno sviluppando specifica progettualità, con il programma dei servizi e l’impegno operativo anche delle Polizie Locali. Le attività si svolgeranno principalmente nelle ore serali, per garantire le migliori condizioni di sicurezza possibili. I servizi delle Polizie locali saranno cofinanziati dalla Regione“.

 Controlli straordinari nelle stazioni, integrazione diverse competenze funzionali
“Molti Comuni – ha spiegato – purtroppo risultano sprovvisti di operatori di Polizia locale o possiedono personale la cui operatività non copre le ore serali. In tali casi, si ricorrerà all’integrazione delle diverse competenze funzionali e professionali per la tutela della sicurezza urbana, mediante il concorso dei servizi di più comandi che opereranno anche oltre il proprio territorio comunale di ordinaria competenza”.
“Tali attività – ha concluso De Corato – avverranno sotto il raccordo della Prefettura e della Questura, con il coordinamento di Polizia ferroviaria e Arma dei Carabinieri. Previsto, inoltre, il collegamento da remoto della società Trenord”.

med

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni