LENZUOLIAMO CESANO

IL SINDACO NEGRI: INVITO I CITTADINI AD ADERIRE PER DIRE, INSIEME, CHE NON C'E' SPAZIO PER LE MAFIE

Il Comune di Cesano Boscone aderisce all'iniziativa “Lenzuoliamo Milano” di Libera, in occasione del 21 marzo, Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, che consiste nell'adottare simbolicamente una o più vittime e poi scriverne il nome e cognome al centro di un lenzuolo bianco. 
Sulla facciata della sede del Comune di via Monsignor Pogliani, infatti, sono comparsi questa mattina tre lenzuoli sui quali campeggiano i nomi di Rita Atria, diciassettenne testimone di giustizia che si è tolta la vita dopo la strage di via D'Amelio,  Domenico Calviello, ragazzo di soli quattordici anni ucciso davanti alla macelleria di suo padre in provincia di Taranto, e Domenico Pacilio, imprenditore assassinato nel casertano da tre killer della camorra. 
Tre storie diverse, accomunate dal tragico destino che ha coinvolto i suoi protagonisti, donne e uomini, vittime innocenti della criminalità organizzata. 
“Invito le cesanesi e i cesanesi a partecipare a questa bellissima iniziativa di Libera - ha dichiarato il sindaco Simone Negri per dare voce alle storie di donne e uomini coraggiosi, che le mafie hanno provato a zittire. Oggi c'è ancora tanto bisogno di coraggio e responsabilità per continuare a lottare contro il cancro della criminalità organizzata che, purtroppo, minaccia le nostre istituzioni e la legalità. La nostra amministrazione intende alzare ancora di più l'asticella rispetto al rischio di infiltrazioni, attraverso la sottoscrizione di un protocollo di legalità con le parti sociali e collaborando con l'Arma dei Carabinieri, rispetto alla continua analisi del territorio, soprattutto per via delle nuove opportunità che la crisi pandemica ha aperto per le mafie sul territorio. Sentiamo, inoltre, molto forte la responsabilità di utilizzare, garantendo il  massimo ritorno sociale, i beni confiscati su cui abbiamo attivato collaborazioni con Anci e Regione Lombardia. Anche attraverso gesti come questi, Cesano alza la testa e dimostra di essere una comunità unita e forte contro tutte le mafie” 
Antonella Tauro 

Ufficio stampa Comune di Cesano Boscone


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni