LA VITA E LA FOTOGRAFIA

I reportage di Inge Morath

Museo Diocesano, Corso di Porta Ticinese, 95 - Aperta sino al primo novembre. Orario visite, fino al 14 settembre: da lunedì a domenica, dalle 18:00 alle 22:00 - Costo del biglietto 10 €

Inge Morath è stata la prima donna a essere ammessa nell'agenzia fotografica Magnum fondata nel 1947 dai fotografi Robert Capa, Henri Cartier Bresson, David Seymour e George Rodger. Inge ha collaborato dapprima come redattrice e poi come fotografa a partire dal 1955.

Di origine austriaca, era nata a Graz nel 1923, decide presto che la fotografia è la sua strada nonostante fosse un mondo a prevalenza maschile tanto che i suoi primi lavori escono con lo pseudonimo di Egni Tharom.

La mostra ripropone i suoi reportage in giro per il mondo a cominciare dalla Spagna dove riesce a immortalare la sorella di Picasso. Seguono le esperienze in Inghilterra e Irlanda, Iran, Romania, Stati Uniti, Russia e Cina.

Inge Morath è attratta dalle persone ma vuole anche capire la realtà in cui vivono e che fotografa al punto che in diverse occasioni si impegna a studiare la lingua del paese che visita.

Una sezione della mostra è occupata dai ritratti di personaggi famosi scattati quando si trasferisce negli Stati Uniti dove sposa il drammaturgo Arthur Miller.  

Antonella Di Vincenzo


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni