Rigenerazione urbana e sociale a Quinto Romano

Il primo festival di arti performative dove “il paesaggio si fa palcoscenico”

Si svolgerà sabato 1 giugno la prima edizione del festival di arti performative intitolato “5 miglia da Milano: il paesaggio si fa palcoscenico”, in programma a Quinto Romano. Per tutta la giornata, nel quartiere circondato dal parco di Trenno, dal Parco delle Cave e dal Boscoincittà si svolgeranno spettacoli musicali e teatrali (alcuni dei quali con la partecipazione di persone affette da Alzheimer), performance artistiche, laboratori, momenti di animazione, socialità e intrattenimento, dj set e molto altro. Come detto, la manifestazione - a ingresso libero e aperta a tutti i cittadini - rappresenta la fase finale di “5 miglia da Milano”, progetto di rigenerazione urbana, sociale, creativa e responsabile che ha visto l’attivazione e la partecipazione delle associazioni presenti sul territorio, dei cittadini che lo abitano e dei servizi che vi sono insediati. Capofila dell’iniziativa è l’associazione di promozione sociale Le Compagnie Malviste, che da oltre dieci anni diffonde pratiche di comunità e di teatro sociale con l’obiettivo di stimolare i rapporti tra le generazioni, la coesione e la mobilitazione sociale. Il progetto, che ha avuto il patrocinio del Comune di Milano e del Municipio 7, è nato in collaborazione con il team di architetti di ASISA, il comitato di quartiere di Figino e la cooperativa edificatrice Ferruccio Degradi. Rigenerazione, ma anche riqualificazione del territorio: sabato 1 giugno, infatti, verrà aperta la Cava Ongari, dove saranno allestiti per l’occasione spettacoli e performance. Inoltre verrà svelato il Teatro Mobile, manufatto di design progettato dal pool di architetti che fanno capo ad ASISA e realizzato interamente a mano dagli abitanti del quartiere durante i workshop di falegnameria che si sono svolti nei mesi scorsi: si tratta di un vero e proprio palcoscenico su ruote, che resterà in dotazione ai residenti di Quinto Romano anche dopo la conclusione del progetto e che diventerà la location di spettacoli, proiezioni, concerti e altre iniziative di comunità.  Non solo: il trombettista jazz Giovanni Falzone, musicista di fama internazionale, sarà ospite del festival e delizierà gli spettatori con una breve performance musicale.
Altro importante traguardo previsto e raggiunto dal progetto è la nascita del Comitato di Quartiere di Quinto Romano. L’ente civico sarà presentato ufficialmente alla presenza di Antonio Salinari, assessore allo Sport, cultura, politiche sociali, verde e arredo urbano del Municipio 7, sabato 1 giugno in occasione del Festival.