Teatro Parenti, un fine ottobre divertente e interessante

Dal 25 al 30 ottobre al Parenti è un'autentica chicca D.E.O. ex macchina - Olivetti un’occasione scippata”, di e con Antonio Cornacchione, collaborazione ai testi di Massimo Cirri, regia di Giampiero Solari. È la vera storia della Divisione Elettronica Olivetti, raccontata da uno che non c’era, ma che dopo sarebbe diventato impiegato della famosa azienda e Cornacchione poi: 

- Durante gli anni impiegatizi passati alla Olivetti, ho sentito favoleggiare a lungo della sua Divisione Elettronica e dei giovanissimi ricercatori coordinati da Tchou. La voce più insistente era quella che li voleva tutti matti, una via di mezzo tra Archimede Pitagorico e Jim Morrison! Ho fatto le mie ricerche: sì, lo erano!- 

Antonio Cornacchione ripercorre la storia della D.E.O., dagli anni entusiasmanti di Barbaricina fino  alla situazione odierna, molto cambiata dal succedersi delle ristrutturazioni aziendali: alcuni rami sono vivi, persino rilanciati nel campo informatico, altri sono morti o gestiti malamente. 

Lo spettacolo, prodotto da Amicor Sascon, si avvale del patrocinio di Associazione Archivio Storico Olivetti, Olivetti spa, CSC  e dell'Archivio Nazionale Cinema Impresa, ed è un'ottima occasione per conoscere il passato, il solo modo, come dice il saggio, per poter capire il presente.

Durata: 1 ora e 40 minuti. Prezzi:I SETTORE: intero 30€;II SETT:intero22€,under26/over65:15€;convenzioni15€;

GALL:int.18€,under26/over65:1convenz15€.   
Negli stessi giorni, in sala grande va in scena la bravissima Milena Vukotic in “A spasso con Daisy” di Alfred Uhry, un titolo famoso, più che per il premio Pulitzer per la Drammaturgia nel 1988,  per la versione film con Jessica Tandy e Morgan Freeman dell'anno seguente che si  aggiudicò poi 4 Oscar e molti altri premi.

Con l'adattamento di Mario Scaletta e la regia Guglielmo Ferro, sul palco del Parenti, si snoda la storia delicata e divertente dell’anziana ex maestra Daisy, ricca signora ebrea che vuole apparire povera; una donna dal carattere forte: ironica e diretta, ma anche scontrosa, capricciosa, avara.  Ancora vitale e indipendente, accoglie male  la decisione del figlio di assumerle un autista di colore, affezionato e paziente, tanto da sopportare le stranezze della vecchia signora. A poco a poco, col passare dei giorni, la diffidenza lascia il posto a un rapporto condito di battibecchi e battute pungenti, ma da cui traspare sempre più un affetto profondo.

Nonostante i pregiudizi e le classi sociali così diverse, tra i due personaggi è nata una vera, grande amicizia: questa piccola, deliziosa storia riesce raccontare con arguzia un tema complesso come quello del razzismo nell’America del dopoguerra.

Durata:2 ore.  Come sempre al Parenti, gli orari degli spettacoli cambiano a seconda del giorno.

PREZZI – I SETTORE: (file A–I)intero 38€; II SETTORE(file L–R)intero 28€, under26/over65 18€;convenzioni21€
III SETTORE:intero 18€; under26/over65:18€; convenzioni18€.                                                                             
Tutti i prezzi non includono i diritti di prevendita.

Info e biglietteria:

via Pier Lombardo 14 -02 59995206

biglietteria@teatrofrancoparenti.it


25 – 30 ottobre | Sala Grande 

musiche Massimiliano Pace

costumi Graziella Pera

scene Fabiana Di Marco

produzione Associazione culturale spettacoli teatrali


L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni