URLARE NON SERVE A NULLA

Nel Castello Sforzesco, la Scuola Genitori spiega alle mamme e ai papà che “urlare non serve a nulla”
Il primo appuntamento milanese è in programma il 26 novembre con il pedagogista Daniele Novara

Una serata per spiegare ai genitori che urlare non serve a nulla. Questa è la sintesi dell’appuntamento del 26 novembre a Milano, nel Castello Sforzesco, promosso dalla Scuola Genitori del Centro Psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti. Il noto pedagogista Daniele Novara, nella prima delle quattro serate in programma, affronterà quindi un tema delicato e quanto mai attuale che coinvolge tutti i genitori e, spesso, anche gli insegnanti. L’inizio della serata è fissato alle 20.45.
“Molti genitori finiscono spesso per alzare la voce, nel tentativo inutile di farsi ascoltare dai figli quando la situazione sembra precipitare - ha precisato Novara, autore di 53 libri su gestione dei conflitti, educazione e pedagogia. - Si possono raggiungere ottimi traguardi nell'educazione dei figli, abbandonando l'abitudine di urlare. Un’abitudine dannosa, sintomo di fragilità e capace di creare solo maggiore insicurezza. È importante, al contrario, cercare una buona comunicazione, imparando a distinguere tra regole e comandi”.
La Scuola Genitori, patrocinata dal Comune di Milano, è sostenuta da MILE School. La partecipazione è gratuita, con registrazione obbligatoria, fino a esaurimento dei 300 posti disponibili per ogni incontro.
“È un orgoglio per MILE School essere partner della Scuola Genitori con cui condividiamo la convinzione che la crescita armoniosa dei bambini possa avvenire solo se vi è un approccio educativo condiviso tra scuola e famiglia - ha dichiarato Adriana Sorbellini, fondatrice di MILE School. - Nella società odierna, che rischia di isolare, la Scuola Genitori con le sue iniziative rappresenta una fantastica occasione di confronto, di crescita, di condivisione e di riscoperta della tradizione pedagogica italiana”.
Le altre tre serate della Scuola Genitori di Milano saranno condotte dal formatore Paolo Ragusa (lunedì 28 gennaio 2019 con il tema “Il ruolo educativo del padre), dalla psicologa Silvia Vegetti Finzi (lunedì 25 febbraio 2019 con “Come influiscono sui figli le radici familiari”) e dal neurobiologo Alberto Oliverio (lunedì 25 marzo 2019 con “Figli troppo connessi e troppo infelici”). Gli ingresi a tutte le serate sono gratuiti, le iscrizioni sono già aperte sul sito www.cppp.it.

FlaFe


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni