CORTEO FESTA LAVORATORI

In piazza per i giovani e le donne

Il Partito Democratico, i Giovani Democratici, le Donne Democratiche di Milano Metropolitana aderiscono alla manifestazione corteo del 1 Maggio indetta dai Sindacati, CGIL, Cisl e Uil.
"Saremo in piazza per il lavoro, per le lavoratrici e i lavoratori. E saremo in piazza anche per i diritti le tutele dei rider: non è più accettabile il silenzio del ministro Di Maio. Chiediamo che venga garantito loro un salario giusto, il diritto alla malattia, alle ferie, al riposo. Il Parlamento europeo ha di recente approvato una direttiva per stabilire le tutele minime dei lavoratori della cosiddetta gig economy, adesso sta al nostro Governo implementarla e renderla incisiva per combattere lo sfruttamento. Con la nostra presenza vogliamo anche puntare i riflettori sul grave problema del gap salariale di genere, che ancora oggi rende ingiusto e impari il mondo del lavoro, costringendo le donne a stipendi inferiori rispetto a quelli degli uomini, per la stessa mansione, o al ricatto di dover scegliere fra il diritto al lavoro e quello ad essere madre" così la segretaria metropolitana Silvia Roggiani
"Festeggiare il primo maggio non è facile per la nostra generazione, perché troppo spesso non abbiamo un lavoro da festeggiare: questo giorno quindi lo vogliamo dedicare a noi stessi e ai nostri sogni sbiaditi. Viviamo in un'Italia in cui essere giovani vuol dire pensare al futuro non come il luogo dei progetti, ma come quello della paura e dell’ansia. L'Italia della disoccupazione giovanile sopra al 30% e in crescita, l'Italia in cui i primi anni dopo gli studi lavori a gratis per "fare esperienza", l'Italia del precariato e dei doppi, tripli lavori in nero, l'Italia di chi consegna le pizze in bici a 2€ pur di portare a casa qualcosa. In tutto questo, il governo ci ignora, vara l’ennesima legge per i pensionati e ci racconta che la nostra unica prospettiva è vivere di sussidi e ricevere il reddito di cittadinanza. Come Giovani Democratici continueremo a scendere in piazza, protestare e proporre finché la nostra generazione verrà ascoltata e messa al centro del dibattito politico di questo Paese" - così il segretario dei Giovani Democratici di Milano Metropolitana, Paolo Romano.

Antonella Tauro
Ufficio stampa PD Milano
www.pdmilano.eu

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni