LE FAMIGLIE (E I SERVIZI SOCIO EDUCATIVI) NON SONO UNA PRIORITA’ PER LA DESTRA SESTESE

Per la nostra amministrazione, le famiglie e i bambini che fruiscono dei servizi socioeducativi comunali non sono una priorità fino a quando qualcuno non si lamenta per paura di una perdita di consensi.
Più di 60 famiglie che hanno iscritto i propri piccoli al nido Croce, si sono viste ridurre, ad anno già iniziato, il tempo di presenza fino alle 16:00 e non più alle 18:00 come previsto a inizio anno. La causa sarebbe l’assenza di due educatrici a tempo pieno. 
A farne le spese sono le famiglie e i bambini con evidente impatto sulla conciliazione, poiché nonostante la grande professionalità delle educatrici che con grande passione si sono fatte carico di garantire, anche di fronte a imprevisti, l’orario fino alle 16:00.
Chi si assume la responsabilità di questo disastro? 
Adesso, finalmente l’amministrazione, che ancora usava l'alibi del predissesto (che hanno cercato e voluto) e di una multa della Corte dei conti per sostenere che non potessero assumere educatrici neanche in sostituzione a termine si sta lentamente muovendo. La Corte dei conti impone che si rispetti il rapporto tra dipendenti comunali e popolazione, quindi se si assume in altri settori, si depaupera quello socioeducativo, non si tratta di vincoli imposti dal bilancio ma di scelte politiche, scelte di priorità.  Guarda un po’ adesso le assunzioni si possono fare!!!
Altri nidi oltre il Croce sarebbero stati influenzati dalle scelte dell’amministrazione comunale? Viene il dubbio di no e non è ancora detto che non sia così. Ci sarebbero stati rischi occupazionali per le educatrici? Viene il dubbio di sì e non è ancora scongiurato che sia così.
Il PD rivendica il valore del servizio socioeducativi, prestigioso patrimonio decennale della nostra città, la priorità allo sviluppo della socialità dei piccoli in contesti di grande valore formativo, il diritto alla conciliazione del tempo famiglia-lavoro delle famiglie che si sono affidate a Servizio Pubblico e che sono a rischio di perdere quantità e qualità dell’offerta.
Le scelte, che anche se rimangiate, di questa giunta parlano forte e chiaro su quali siano le priorità di questa amministrazione.
Partito Democratico Sesto San Giovanni 

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni