MILANO, GREEN PASS

ROGGIANI (PD): A MILANO NON C'E' SPAZIO PER CHI CALPESTA LE REGOLE DEMOCRATICHE

"Ancora una volta, abbiamo assistito a una manifestazione, non autorizzata dalle autorità di Pubblica Sicurezza, dove alcune migliaia di persone, assembrate e prive di mascherine, hanno percorso e bloccato le vie del centro di Milano, intonando slogan violenti contro Draghi, il ministro Speranza e i giornalisti. 
Si tratta di una minoranza di estremisti, pericolosi e irresponsabili, fra i quali - anche in altre città - sono stati individuati esponenti dell'ultradestra di Forza Nuova e che, diversamente da come vorrebbero far credere, non rappresentano assolutamente il popolo. Non si può parlare di dittatura e poi accettare che ci siano personaggi che della dittatura fascista ne sono nostalgici. Nei confronti di queste manifestazioni vanno espresse parole ferme e di condanna, perché non ci può essere alcuno spazio o alcuna legittimazione per chi usa la violenza per manifestare la propria contrarietà al vaccino o al green pass. Parole che, purtroppo, non abbiamo sentito pronunciare da quei partiti, come Lega e Fratelli d'Italia, che hanno scelto l'ambiguità e anzi flirtano in modo pericoloso con la galassia dei No-Vax. Salvini, che formalmente appoggia il governo Draghi, deve dire apertamente da che parte sta e condannare i violenti. Milano è un'altra cosa, e oggi chi si candida ad amministrare questa città deve esprimere in modo chiaro e netto che non ci sarà mai nessun dialogo con chi calpesta le regole democratiche". 
 Così in una nota la segretaria metropolitana del PD Milano Silvia Roggiani
Antonella Tauro
Ufficio stampa PD Milano
www.pdmilano.it

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni