Occupazione e preoccupanti condizioni igieniche

rhdr

Comune intervenga subito su ex mercato del pesce

“La situazione riscontrata all’interno dell’ex mercato del pesce di via Sammartini è davvero preoccupante e supera ogni immaginazione - ha dichiarato Samuele Piscina, presidente del Municipio 2 di Milano, ai margini di un sopralluogo effettuato per la trasmissione televisiva MilanoTrash presso la palazzina di via Sammartini, di proprietà del Comune di Milano e in situazione di totale degrado e abbandono da troppi anni. - Nelle scorse settimane ci erano giunte diverse segnalazioni da parte dei cittadini che, oltre allo stato di totale degrado e sporcizia, ci segnalavano anche numerose intrusioni nella struttura. Abbiamo quindi voluto verificare di persona la situazione ed ecco quello che abbiamo trovato. A primo impatto si possono scorgere montagne di immondizia, escrementi di qualsiasi specie e la palazzina ormai pericolante con evidenti infiltrazioni. Entrando poi nello stabile, abbiamo riscontrato i giacigli, con una decina di occupanti che hanno dichiarato di provenire dall’area del Nord-Africa, probabilmente sotto l’effetto di stupefacenti, che soggiornano abusivamente accedendo ogni giorno semplicemente scavalcando la cancellata”.
“La presenza di persone abusive in uno stabile che presenta una struttura ormai marcia e precaria, con crolli che potrebbero verificarsi in ogni istante, ci preoccupa molto. Dobbiamo inoltre segnalare che la palazzina è confinante con un centro anziani del Comune di Milano e con uno dei più grandi e moderni centri di MilanoRistorazione che rifornisce i pasti di buona parte delle scuole a nord della città”.
“Proprio MilanoRistorazione in passato ha chiesto diverse volte al Comune di effettuare una pulizia dell’area, senza però ottenere riscontri concreti. Ovviamente nelle aree adiacenti allo stabile dove sono presenti i servizi comunali viene svolta puntualmente la derattizzazione, ma rimane sempre il rischio che qualche topo transiti all’esterno dalla palazzina”.

“Non è concepibile che vengano prodotti i pasti per i nostri figli a 2 passi da uno stabile occupato che versa in condizioni igienico-sanitarie e strutturali preoccupanti. Ringraziamo le Forze dell’Ordine che in tempi rapidi hanno intimato alla Polizia Locale di chiudere con una catena, ormai divelta, il cancello di accesso, ma il Municipio 2 - ha concluso il Presidente leghista - chiede al Comune un intervento puntuale e risolutivo, murando gli accessi e ripulendo l’area dai rifiuti in tempi celeri. È fondamentale garantire il rispetto delle norme igienico-sanitarie e l’impossibilità di accesso nella palazzina, così che nessuno si possa far male vista la precarietà strutturale, in attesa che il progetto di demolizione e ricostruzione chiesto dal Municipio e inserito nel Piano Triennale delle Opere pubbliche abbia un seguito”.

Samuele Piscina

Presidente del Municipio 2 di Milano