SALVINI DIFENDA GLI INTERESSI DELL'ITALIA NON DELLA RUSSIA

"Oggi bisogna ricordare al ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini, che ha giurato sulla Costituzione italiana, di difendere gli interessi e la sovranità dell'Italia, non quelli della Russia. Il caso del vice-cancelliere austriaco Heinz-Christian Strache al soldo di Putin e alleato della Lega è allarmante, soprattutto perché si somma a quello che già sappiamo sui legami della stessa Lega e del partito di Marine Le Pen con la Russia. Salvini deve rompere subito l'alleanza con gli estremisti austriaci della FPÖ. Il ministro dell'Interno è pagato dagli italiani per stare al Viminale a garantire che le elezioni europee si svolgano in piena trasparenza e correttezza, senza l'influenza di potenze straniere. Non è accettabile che l'Italia diventi la quinta colonna di Putin nel tentativo di ostacolare l'unità europea e neppure che oggi Milano sia luogo di ritrovo per gli estremisti di tutto il Continente, rifiutati da tutte le destre europee". Lo ha dichiarato Patrizia Toia, capodelegazione degli eurodeputati PD e candidata alle elezioni europee nel Nord Ovest. 

Patrizia Toia

Ufficio Stampa