POESIA

Il mostro s'ingrossa, si espande, ci sommerge.
E pensare che era solo un tappo di bottiglia,
un innocuo sacchetto di plastica, un piatto,
un bicchiere, un secchiello per giocare sulla sabbia del mare.

E ora il mare è pieno di scarti di oggetti, che
si disperdono e si ammucchiano, che uccidono i pesci,
inquinano e non si annullano. 

I mostri moderni invadono questa nostra terra.
Basta plastica, come la droga ci porta alla fine.
A una fine voluta dall'intelligenza dell'uomo.
Ma è saggio l'uomo che crea il Mostro.

Catullo