Teatro a cura di Sidran Rebed: “ESSENDO STATO” DI RUGGERO CAPPUCCIO

Al Teatro Elfo Puccini fino a domenica 23 febbraio

Il giudice disteso sull’asfalto dubita se sia già morto o ancora vivo. Su via D’Amelio e sull’ultimo secondo di vita di Paolo Borsellino, il 19 luglio del 1992, si concentra “ Essendo Stato” (ultima replica, domenica 23 febbraio) , di e con Ruggero Cappuccio, che dilata questo breve tempo in un intenso monologo. Nell'estremo attimo di lucidità di Borsellino entrano i sogni, la giovinezza, l’amore per la sua Sicilia, per lafamiglia e per chi, per proteggerlo, sta morendo con lui. Ma c’è anche l’amico Giovanni Falcone e la denuncia della solitudine, in cui i due magistrati sono stati lasciati, perché esiste una parte deviata dello Stato che vuole controllare la piaga della mafia, ma non guarirla.Il testo in questi anni, con la scenografia di Mimmo Paladino, è andato in scena nei più importanti teatri italiani e in onda nel 2016, come docu-film, su Rai Uno e Rai Storia. Quando nacque, nel 2004, fu accolto con entusiasmo da Agnese Borsellino: in quelle parole si concretizza la resurrezione spirituale di suo marito.

Grazia De Benedetti

ElfoPuccini - corso Buenos Aires 33 – tel.02.00.66.06.06 - www.elfo.org

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni