AFGHANISTAN: LA GUERRA INFINITA

Il conflitto dura da 18 anni

Nel 18mo anno del conflitto in Afghanistan, Save the Children lancia un appello affinché le strutture sanitarie e le scuole siano risparmiate dal conflitto. Il report sui 18 anni di conflitto ha numeri allarmanti che mostrano che la maggior parte dei bambini, oggi, maggiorenni, non ha conosciuto altro che guerra.

Onno Van Manen, direttore di Save the Children in Afghanistan ha detto:

I nostri operatori incontrano ogni giorno bambini che non possono andare a scuola, che lavorano nelle strade per aiutare le famiglie ad arrivare a fine mese, molti dei quali sfollati a causa del conflitto che ha costretto, solo quest’anno, 280.000 persone, più della metà bambini, a fuggire dalle loro case per mettersi al sicuro. Questo anniversario segna la perdita dell’infanzia non per una ma per molte generazioni. Per il bene dei bambini afghani e dell’intero Paese, le parti in conflitto devo fare ogni sforzo possibile per fermare le uccisioni e i ferimenti dei bambini rispettando le leggi internazionali, ed evitare ogni attacco alle scuole e agli ospedali”.

Save the Children è presente in Afghanistan dal 1976, e ha raggiunto, solo nel 2018, 600.000 bambini tra i più vulnerabili, con interventi di cura, nutrizione, educazione e protezione per le vittime di abusi, violenza, negligenze o sfruttamento.

adv