APRE LA CASA DELLA MONTAGNA DI AMATRICE

Inaugurazione il 16 novembre

Amatrice celebrerà, il 16 novembre alle ore 11:00, l'apertura della Casa della Montagna, un progetto nato su iniziativa di CAI e ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, ndr).
Edificata sui resti della scuola Romolo Capranica distrutta dal terremoto, sarà a tutti gli effetti un simbolo di rinascita perchè ospiterà formazione, progetti con le scuole e attività sportive oltre a fornire alloggio e ristoro agli escursionisti della zona.
Da qui partirà anche il coordinamento della protezione civile in caso di calamità naturale.
La posa della prima pietra è avvenuta l'11 dicembre 2018 in occasione della Giornata Internazionale della Montagna. Il 22 settembre scorso si è tenuta la festa di fine lavori.
L'edificio è realizzato con tecniche di bioedilizia ed è privo di barriere architettoniche.
Le parole del presidente del CAI Vincenzo Torti: “Fino a ieri era soltanto un sogno, sembrava un'illusione. Eppure ora la Casa della Montagna è realtà. Se è vero che la montagna è casa nostra, ora possiamo dire che la montagna ha anche una casa fisica, una casa che si trova ad Amatrice. Le sue porte si apriranno per tutti coloro che vogliono restare, per quelli che ancora cercano ragioni per continuare a vivere su questi monti e per accogliere chi verrà da lontano".
Dello stesso parere il presidente di ANPAS Fabrizio Pregliasco: “come abbiamo dimostrato durante l'emergenza, la cittadinanza attiva e il volontariato italiano sono veloci a rispondere ai bisogni e alle emergenze. Con la Casa della Montagna Anpas e Cai hanno dato vita a uno strumento per fare cultura, per creare comunità, per essere resilienti di fronte alle tristezze della vita. La comunicazione e l'informazione sulla bellezza del nostro territorio e sulle opportunità di viverlo deve passare necessariamente dal conoscerne i pericoli".

Antonella Di Vincenzo