Caldo fuori legge a Milano e a Roma

L’inchiesta Altroconsumo sulle temperature oltre i limiti nei luoghi chiusi

Anche nell’anno della crisi energetica si violano le norme e si colpisce il portafogli, già compromesso dal caro bollette. Nonostante ci siano limiti precisi alle temperature da osservare in uffici e negozi, i “furbetti del termostato” non mancano a Milano e a Roma. Secondo l’inchiesta di Altroconsumo, infatti, 1 luogo su 2 non rispetta le nuove misure antispreco dettate dall’ultimo D.M. 383, emanato lo scorso ottobre dal ministero della Transizione ecologica (oggi ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica), che prevede di ridurre i riscaldamenti della stagione invernale 2022-2023. La temperatura media da rispettare negli ambienti chiusi scende a 19 °C con una tolleranza di 2 °C, un grado in meno rispetto ai tempi passati (20 °C). Questo, il parametro di cui ha tenuto conto l’inchiesta di Altroconsumo, un’indagine collaborativa che comprende oltre 1.000 segnalazioni, provenienti da 500 comuni diversi, da parte di consumatori iscritti alla community ACmakers. Inoltre, sono stati valutati anche gli indicatori di spreco energetico come porte e finestre aperte in inverno e luci accese in pieno giorno.
Nella città di Milano, 5 dei 9 luoghi monitorati hanno una temperatura oltre i limiti. Il primo sopralluogo, avvenuto nella sala Solesin al primo piano del palazzo della Regione Lombardia, ha registrato una temperatura di 22°C. Nonostante ciò, ci si aspetta che il moderno edificio possa essere monitorato al meglio, rispetto a una costruzione più vecchia. 2 gradi in meno invece per l’ufficio anagrafe di largo De Benedetti, probabilmente a causa di una porta sul retro lasciata aperta che ha disperso il calore presente all’interno della sala d’attesa. Tra i negozi milanesi, il record di caldo lo raggiunge il negozio di Tiger in Porta Garibaldi, registrando una temperatura di 25°C. Segue il magazzino di Zara Home in corso Venezia, dove le temperature scendono a 24 °C. Non troppo distante il clima rilevato all’interno di Zara in corso Buenos Aires: 23,6°C. Infine, anche la biblioteca Sormanni resta al di sopra della soglia consentita, nella sala dei quotidiani il termometro si ferma a 21°C, ma in sala lettura si raggiungono ben 22 °C.

Gian Pietro Clettice


L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni