CONTRO LA VIOLENZA

E.Va onlus premia cinque donne «testimoni di speranza»

Testimoni di speranza: Valeria Martini, Barbara Cimmino, Emilia Persenico, Vittoria Piani e Chiara Viale. Rispettivamente, un direttore creativo, un direttore di prodotto, un’artista, una pallavolista e un avvocato. Sono loro le cinque donne che E.Va onlus ha scelto per restituire la speranza alle vittime di violenza e che l’associazione ha premiato nel Gran Galà che si è svolto giovedì 13 giugno allo sporting club Mondodomani di Marnate (VA) in un evento che ha aperto la collaborazione con la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. 
«E.Va onlus premia donne normali, non super donne. Storie di successi possibili, sogni che si possono realizzare e muri di pregiudizi che si devono abbattere. Abbiate il coraggio di seguirne l’esempio, perché ci vuole molto più coraggio a rinunciare ai propri sogni che a correre il rischio di non farcela», ha introdotto Elisabetta Marca, presidente di E.Va onlus il centro antiviolenza di Busto Arsizio riconosciuto dalla Regione Lombardia che ogni anno assiste quasi 200 donne maltrattate con un’equipe di professionisti. «Questo diciamo alle donne che si rivolgono al centro. I riconoscimenti vanno, quindi, a donne che si sono distinte per la bellezza, la tenacia, la perseveranza e la forza delle loro idee. Sono donne comuni, affrontano ogni giorno gli ostacoli della vita quotidiana, cadono e si rialzano. A loro va la nostra ammirazione e il nostro affetto, consapevoli che laddove c’è parità di genere si aprono nuove possibilità». 
Un messaggio di speranza condiviso dalle oltre 230 persone che sono intervenute alla seconda edizione del Gran Galà dell’associazione. Accanto a Francesco Alberoni, testimonial della serata, hanno partecipato l’onorevole Maria Chiara Gadda e l’europarlamentare Isabella Tovaglieri, oltre al “padrone di casa”, il presidente di Mondodomani Daniele Crespi, numerosi sindaci e rappresentanti del mondo industriale; tutti a sostenere un progetto che da otto anni si mette instancabilmente al fianco delle donne offrendo ascolto, assistenza e accoglienza. 
Il fare rete attorno alla piaga sociale della violenza sulle donne è stato il filo conduttore di una serata dedicata al futuro. 
Quest’anno, per la prima volta, accanto a E.Va onlus si è schierata la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. «Speranza e fiducia: da qui passa il contrasto alla violenza sulle donne. E.va onlus svolge quotidianamente un compito fondamentale per riportare le donne vittime di violenza a una vita normale», ha detto il presidente della Bcc Roberto Scazzosi. 
Marco Parotti 
Ufficio Stampa Bcc Busto Garolfo e Buguggiate?Info
mparotti@eoipso.it

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni