CORONAVIRUS, SCUOLE CHIUSE NELLE MARCHE: LA REAZIONE DEL GOVERNO

La decisione del governatore Luca Ceriscioli ha scatenato una contromossa del Governo

Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha pubblicato un videomessaggio per annunciare la chiusura delle scuole fino al 4 marzo per via dell’epidemia da coronavirus nelle regioni vicine. La decisione del governatore ha fatto scattare una dura replica da parte del Governo, che ha deciso di impugnarla.

“Dalla mezzanotte di oggi – ha detto il presidente Ceriscioli, come riporta Ansa – scattano provvedimenti che prevedono la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e la sospensione delle manifestazioni di pubblico spettacolo fino al 4 marzo. Ho appena firmato l’ordinanza che aumenta le misure nei confronti del contenimento del Coronavirus. Una scelta importante maturata dopo 24 ore di attesa nel percorso fatto insieme con il governo nella riunione di stamattina”, ha aggiunto.

La decisione è stata presa “nella consapevolezza che la situazione a distanza di 24ore si è ulteriormente aggravata. Un contagio al confine della nostra regione, a Cattolica ci segnala che sono sempre più urgenti misure di contenimento”.

La chiusura delle scuole, ha dichiarato il presidente delle Marche, “è per una settimana, durerà fino a mezzanotte del 4 marzo. Si tratta di una scelta che riguarda la nostra salute e chiediamo a tutti quanti di attenersi scrupolosamente alle indicazioni. Facendo ognuno il proprio dovere, sarà possibile fare una grande azione collettiva di contenimento della malattia”.

Coronavirus, scuole chiuse nelle Marche: la posizione del Governo

Secondo fonti del Governo, come riporta Ansa, l’ordinanza delle Marche per la chiusura delle scuole non rispetterebbe la linea concordata oggi con le regioni che sono fuori dall’area del contagio.

Per questo motivo, quindi, il governo ha deciso di impugnarla nel corso del Consiglio dei ministri.

“L’ultimo contatto col Governo è stato col ministro Boccia – ha detto Ceriscioli a SkyTG24 -, che mi annunciava il provvedimento del Governo che avrebbe impugnato il mio. Ho detto che non avrei fatto un passo indietro”.


Nella foto Luca Ceriscioli

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni