NUOVO PARCHEGGIO DI INTERSCAMBIO ABBIATEGRASSO M2

Oltre 150 posti auto e moto, una velostazione videosorvegliata e una ciclabile

L'opera, decisa e finanziata dal Comune, è stata progettata e realizzata da MM e verrà gestita da ATM.
Centocinquanta posti auto, tre riservati alle persone con disabilità,  quindici posti moto, un'area rastrelliere con accesso libero per 138 bici e una velostazione con 140 stalli. Tutto collegato con una ciclabile che congiunge i rami esistenti di via Missaglia e via Dudovich alla M2.
Sono i numeri del nuovo parcheggio di interscambio Abbiategrasso M2, un'opera decisa e finanziata con sei milioni di euro dal Comune di Milano, progettata e realizzata da MM e affidata alla gestione di ATM, aperta e fruibile da lunedì  22 luglio.
Si tratta di un’infrastruttura attesa e strategica per il quartiere e per il sistema di mobilità cittadino, poiché permette a chi abita fuori Milano di lasciare l'automobile ed entrare in città con la metropolitana, evita che i veicoli dei pendolari occupino posti dedicati ai residenti del quartiere e ospita la seconda velostazione cittadina, la prima si trova nel parcheggio Comasina M3, che favorisce l’interscambio tra bicicletta e metropolitana, migliorando la prevenzione del furto grazie a un sistema di videosorveglianza.
È prevista inoltre per l'autunno la realizzazione di un software evoluto che permetterà di tracciare gli ingressi e quindi prevenire ulteriormente danneggiamenti e furti.
"Con questo nuovo parcheggio di interscambio - ha commentato l'assessore alla Mobilità e Ambiente Marco Granelli - dopo l'ampliamento di Bisceglie con altri 460 posti, mettiamo finalmente a disposizione dei cittadini, dei pendolari e di tutta l'area metropolitana una nuova importante infrastruttura per il nostro sistema di trasporto pubblico, sempre più ispirato alla sostenibilità. Puntiamo a trasformare Milano in una città in cui il trasporto pubblico non solo funziona ma si sviluppa nel rispetto dell'ambiente".
La realizzazione del parcheggio ha permesso anche alcune sistemazioni della viabilità limitrofa, a seguito di un confronto con il Municipio e con i cittadini dei quartieri interessati dai lavori, oltre alla piantumazione nei pressi delle vie Missaglia e Boifava di nuove piante.