IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE - 2

Delle ore 18:00 di sabato 04 aprile 2020

Locatelli riprende poi i dati numerici.

Dal 27 marzo a oggi si è passati da 120 accessi in terapia intensiva ai 74 di oggi.

Dal 27 marzo a oggi si è passati da 970 decessi ai 680 di oggi.

Questo potrebbe indurre a dire: ne siamo fuori. Abbiamo scampato il pericolo.

Locatelli dice:"non abbiamo scampato un bel niente".

Sono le azioni messe in campo ad aver portato questo risultato. E quindi: Rispettare le norme di distanziamento sociale. Rimanere a casa.

 

Si sofferma poi sul ruolo di AIFA (l'agenzia del farmaco, ndr) per raccontare cosa sta facendo.

L'agenzia ha ricevuto 53 proposte di studi clinici contro il virus (in gergo tecnico-medico, trial, ndr)

Di queste, 8 sono state approvate, ovvero si inizia a lavorare sui pazienti.

9 sono state presentate oggi e saranno processate in tempi molto rapidi.

17 non sono state approvate.

Le restanti o sono state ritirate o hanno ricevuto da Aifa invito a chiarimenti o documentazione ulteriore.

Questo per dire con quale rigore si lavora su questo fronte. Questo per dire che tutto questo è nato nell'emergenza e per l'emergenza.

 

Locatelli parla poi della polemica sulla burocrazia che penalizza la produzione di mascherine.

E qui cita i dati forniti da Silvio Brusaferro dell'ISS.

Su 250 aziende che si sono proposte, 73 hanno ricevuto il via libera a produrre e 2 addirittura a commercializzare.

Anche in questo caso, non ci si può improvvisare.

ISS e INAIL devono intervenire per garantire sia un prodotto sicuro e che serva bene allo scopo, sia i lavoratori.

 

Torna, alla fine del suo intervento un'osservazione di pietas.

Locatelli è di Bergamo. Ieri si è recato in città per vedere a che punto è l'ospedale alla fiera al quale stanno lavorando, notte e giorno, alpini e volontari di Confartigianato. L'ospedale è in fase di completamento. Da lunedì arriveranno i primi pazienti dall'ospedale Papa Giovanni XXIII.

Cito le parole esatte:

"che un territorio, profondamente ferito e dilaniato, sia capace di produrre forze propositive e spirito di coesione per aiutare chi è in difficoltà, è la dimostrazione che il nostro paese sa mostrare la sua parte migliore. Dobbiamo essere orgogliosi di essere italiani".


adv


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni