IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE

Delle ore 18:00 di venerdì 27 marzo 2020

Conferenza stampa del 27 marzo con un'ulteriore novità rispetto a ieri.

A parlare è infatti solo il commissario straordinario Domenico Arcuri.

Una osservazione personale. Le parole ripetute più volte, questo pomeriggio, sono state: nemico - il virus, guerra - la situazione attuale, armi e munizioni - con cosa si combatte e come.

Arcuri esordisce, come prassi con i dati numerici:

Guariti e dimessi dagli ospedali: 589 il che porta il dato totale a 10.950

Le vittime, nella giornata di oggi, sono state 969.

Prima pausa per spiegare la differenza sostanziosa rispetto a ieri (662 vittime).

I dati del 26 marzo erano incompleti. Mancavano i numeri di una regione.

Il totale dei contagiati è di 66.414 di cui 3.732 in terapia intensiva (il 6% del totale).

 

Questi i dati numerici. L'unica annotazione di carattere operativo di oggi è il numero totale di pazienti trasferiti dalla Lombardia. Siamo arrivati a 75 persone.

 

Arcuri dice chiaramente che il suo compito consiste nel reperire, ovunque nel mondo, strumenti di protezione e macchinari per le terapie intensive e sub intensive. Al momento li riceviamo, tra gli altri, da Francia, Germania, Russia, Cina e altri paesi.

Ma...  Il punto di arrivo è arrivare ad avere la produzione di tutto questo materiale in Italia.

Per essere autonomi e per essere più veloci nell'approvvigionamento.

Ci sta lavorando con le tantissime aziende del territorio che stanno riconvertendo la produzione.

 

Il virus è un nemico invisibile. Contro questo nemico, dice Arcuri, abbiamo tre armi:

1.   La collaborazione. Che significa il rispetto delle regole, tutti insieme;

2.   Gli operatori sanitari. Che significa chi combatte sul campo - medici e infermieri- ma anche i ricercatori che cercano l'arma del vaccino;

3.   L'informazione. Che significa, per parte sua e della Protezione Civile, dare informazioni trasparenti, puntuali, nel bene e nel male. Esattamente come è avvenuto tra ieri e oggi.

Ci sono numeri in risalita.

È vero.

Ma si sta anche spiegando perché.

Segue un ringraziamento rivolto a tutti.

 

Arcuri annuncia poi due novità.

La prima: il martedì e il sabato, quindi già da domani 28 marzo, ci sarà una sua conferenza stampa alle ore 12:00 per fare il punto sulla situazione.

Seconda novità: nella distribuzione dei materiali alle regioni oltre al trasporto su gomma, interverrà l'esercito con i propri elicotteri.

Il tutto per velocizzare l'arrivo dei materiali laddove servono.

Segue un ringraziamento all'esercito.

 

Viene poi fornito qualche dato numerico sulle forniture sanitarie:

- 136 ventilatori per le terapie intensive consegnati oggi; 242 negli ultimi tre giorni;

- la produzione dell'unica azienda italiana che li fabbrica passerà da 25 a 50 pezzi al giorno;

- le terapie intensive sono passate da 5.343 alle attuali 8.984 (+68%);

- le mascherine distribuite oggi sono state 4.1 milioni di pezzi di cui 2.8 milioni sono le ormai famose FFP2 e 3 destinate ai medici in prima linea;

- è di oggi, 27 marzo, la notizia della riconversione delle aziende del comparto moda che produrranno tute e mascherine.

Arcuri ricorda poi che nella serata di ieri, ha accompagnato i primi medici volontari a Bergamo.

Con una certa emozione ne loda l'energia, la passione e il senso di solidarietà.

Assicura che tutte le regioni avranno accesso a strumenti e dispositivi medici.

Conclude facendo gli auguri di pronta guarigione ad Angelo Borrelli di cui ha lodato la passione per il suo incarico e il senso civico.

 

Fin qui la conferenza stampa.

Viene lasciato spazio ai giornalisti.

Riportiamo le risposte alle domande più significative.

Questa sera ci si interroga su come si preparerà il sud all'emergenza e su quando arriveranno le forniture nelle isole.

Le risposte di Arcuri: la preparazione avviene, come per tutti, cercando di prevenire prima e dotarsi, nel frattempo, delle strutture per fronteggiare l'emergenza.

Grazie all'esercito, le forniture raggiungeranno le isole nei prossimi giorni.



Antonella Di Vincenzo

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni