IL COMUNE PER SANARE GLI EDIFICI ABBANDONATI

Sono partite le comunicazioni agli enti proprietari

Il Comune di Milano ha deciso di intervenire su tutti quegli edifici e sono circa 180, per la maggior parte di banche e di assicurazioni che versano in stato di abbandono.
Lo farà inviando una comunicazione ai proprietari in cui si danno 18 mesi di tempo per intervenire con una ristrutturazione o una demolizione.
In caso di mancata risposta scatterà la perdita dei diritti edificatori (i metri quadrati di possibili costruzioni, ndr).
L'area che presenta il maggior numero di questi edifici è Rogoredo e il provvedimento vuole essere un primo passo verso quella riqualificazione che raggiungerà i massimi livelli di intervento in vista dei Giochi del 2026. In particolare sarà interessata via Medici del Vascello, non lontano dalle nuove case in costruzione a Merazzate.
Un altro gruppo di immobili è quello di proprietà di Enpam, l'ente previdenziale di medici e dentisti, distribuiti tra via Ripamonti, via Toffetti e via Lampedusa.
Nel frattempo è terminata la demolizione dell'ex edificio delle poste in zona piazzale Lugano.
L'area è ora in attesa di nuova destinazione di uso.

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni