Il dott. Massimo Galli in diretta

Sulle pagine social di Fondazione Arché L'incontro aperto alla cittadinanza servirà a fare il punto della pandemia in Italia e sulle contromisure da adottare a livello personale e in ambito lavorativo

Fondazione Arché ospita il dott. Massimo Galli, ordinario di Malattie Infettive all'Università Statale di Milano e direttore del Dipartimento Malattie Infettive dell'ospedale Sacco, per fare il punto sulla situazione della pandemia in Italia e evidenziare le contromisure da adottare nella propria vita personale e negli ambiti lavorativi. L'incontro sarà, ovviamente, in remoto e sarà trasmesso sulle pagine social di Fondazione Arché, a beneficio non solo degli operatori e delle operatrici ma anche della cittadinanza tutta che potrà seguire l'intervento del dott. Galli martedì 17 novembre, a partire dalle 14.

“Tre motivi ci hanno spinto a organizzare questo incontro. Il primo è una questione di vicinanza non solo geografica ma di intensa collaborazione dell'Ospedale Sacco con le realtà del territorio: CasArché si trova, infatti, a Quarto Oggiaro, a poco più di due chilometri dall'Ospedale, in prima linea nell'affrontare la prima e la seconda ondata del contagio”, dice p. Giuseppe Bettoni, presidente di Fondazione Arché, che sottolinea, in secondo luogo, come ci sia, nell’ambito della formazione prevista dalle normative nazionali, “la necessità di avere delle informazioni sul Covid-19 da una fonte autorevole e in prima linea come il dott. Massimo Galli”. Infine, p. Giuseppe Bettoni non esita a sottolineare come “l’intervento di martedì 17 novembre del prof. Galli nasca anche come l’ennesima iniziativa di un’organizzazione del Terzo Settore che in questi mesi, pur essendo stata lasciata sola a operare, ha sempre continuato il proprio servizio”. 


FONDAZIONE ARCHÉ ONLUS

Fondata nel 1991 da padre Giuseppe Bettoni, Fondazione Arché Onlus si prende cura di bambini e famiglie vulnerabili nella costruzione dell'autonomia sociale, abitativa e lavorativa offrendo servizi di supporto e cura. Lo fa a Milano attraverso Casa Carla a Porta Venezia e Casa Adriana a Quarto Oggiaro, dove ospita mamme e bambini con problematiche legate a maltrattamenti, immigrazione, disagio sociale, fragilità personale, e attraverso i suoi appartamenti che offrono alloggio temporaneo a nuclei familiari in difficoltà. Arché porta avanti anche numerosi progetti di sostegno ai minori in ospedale e ai minori immigrati a Milano, Roma e San Benedetto del Tronto e può contare su una vivace rete di volontari. 

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni