IL VIRUS IN CINA: LA SITUAZIONE

virus
virus

La diffusione e le misure preventive

Il contagio dovuto al nuovo coronavirus che si è diffuso a partire dalla città di Wuhan il mese scorso ha raggiunto gli Stati Uniti con una prima vittima a Washington. Questo conferma che l'infezione colpisce le vie respiratorie e si trasmette da persona a persona. 
La situazione in Asia parla di 6 vittime in Cina e di altri casi di contagio in Thailandia, Giappone, Corea del Sud e Taiwan. 
Massima allerta in tutti gli scali del mondo per gli spostamenti verso la Cina dovuti alle festività del Capodanno previste fino al 2 febbraio. Molti aeroporti si sono infatti dotati di scanner che permettono di controllare la temperatura corporea. 
A Fiumicino, in particolare, è previsto che i passeggeri compilino anche una scheda con i luoghi visitati nel corso del viaggio.
Da una prima riunione dell'OMS e del Centro Europeo per la prevenzione non ci sono, al momento, motivi di allarme per l'Europa. La situazione viene costantemente monitorata dagli ispettori inviati sul posto e nelle riunioni dei prossimi giorni si deciderà quali altre misure adottare. 
Intanto sulla Repubblica del 22 gennaio l'inviato a Pechino riferisce dell'assenza di misure particolari ma solo i raggi X per le valigie nella stazione ovest della città da cui transitano ogni giorno migliaia di persone. Si vedono solo le mascherine usate da quasi tutti i viaggiatori.
Un aspetto colpisce rispetto all'epidemia di Sars del 2003: l'atteggiamento delle autorità politiche che in questo caso non hanno nascosto il fenomeno. 
Sui motivi che rendono l'Asia un terreno favorevole per le nuove epidemie si è invece espresso il prof. Robert Peckam dell'università di Hong Kong. In particolare la sua attenzione si è concentrata sui mercati all'aperto, i così detti wet market (mercati bagnati, ndr). 
Spesso situati in strade molto strette e sovraffollate, hanno la caratteristica di esporre insieme animali vivi di tante specie diverse ed esotiche, e altri macellati al momento ancora carichi di liquidi. Le condizioni igieniche sono quello che sono. 
Come eventuali infezioni si trasmettano all'uomo non è ancora chiaro, ma l'usanza particolarmente apprezzata di assaggiare il sangue dell'animale appena uccisa offre già una possibile spiegazione. 
Infine l'urbanizzazione delle città con la creazione di vere e proprie megalopoli ha fatto sì che le epidemie si propagassero con una velocità sorprendente. 

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni